Venerdì, 24 Settembre 2021
settimana

Brindisi, santi patroni: tornano le bancarelle sui corsi, ci sarà anche Neri Marcoré

Definiti programma e costi delle celebrazioni civili e religiose dedicate ai santi Lorenzo e Teodoro, fra il 28 agosto e il 6 settembre

BRINDISI – Tornano le bancarelle (non più di 50 stalli) sui corsi. Niente fuochi d’artificio per il secondo anno di fila. Il noto artista Neri Marcorè animerà una delle serate, con un concerto. Il Comune di Brindisi, con una delibera di giunta emessa nella giornata di oggi (venerdì 10 agosto), sulla base di una nota ricevuta dagli stessi organizzatori, ha definito il programma e i costi degli eventi civili delle festività dedicate ai santi patroni Teodoro e Lorenzo, in programma fra il 28 e il 6 settembre, organizzate dall’amministratore parrocchiale della parrocchia “Visitazione e San Giovanni Battista” nella Pontificia Basilica cattedrale di Brindisi.

Le restrizioni imposte dalle norme anti contagio hanno lasciato qualche spiraglio in più rispetto allo scorso anno, quando le festività si ridussero quasi esclusivamente alle celebrazioni religiose. Stavolta, pur in uno scenario di massima sicurezza, qualcosa in più ci sarà, a partire dal concerto con il maestro Stefano Miceli ed il noto attore Neri Marcorè. Sono previsti inoltre una “serata storica,” un raduno di auto e moto d’epoca e il tradizionale Palio dell’Arca. Il preventivo di spesa per la copertura di queste iniziative e per la realizzazione e gestione di tutte le esigenze prescritte dalle disposizioni in materia di safety, è pari a 18.300,00 Iva compresa.

Per la predisposizione degli ulteriori adempimenti tecnici necessari per lo svolgimento delle manifestazioni (allestimenti e service, gruppi elettrogeni, bagni chimici, transenne, servizi di sicurezza) si rende necessario richiedere l’apporto della società in house Brindisi Multiservizi s.r.l. per le relative forniture e servizi, da reperire attraverso procedure di evidenza pubblica, entro l’imposto massimo di 15mila 500 euro, Iva compresa.  Sarà la stessa società in house del Comune di Brindisi ad occuparsi anche dell’allestimento delle luminarie, tramite la predisposizione di procedure di evidenza pubblica, entro l’importo massimo di 24.400 euro, Iva inclusa.

Dopo l’anno di stop dettato dal Covid, come detto, 50 bancarelle, fra venerdì 3 e lunedì 6 settembre, saranno dislocate lungo corso Umberto, corso Garibaldi e piazza Vittoria, per la vendita al dettaglio di prodotti alimentari e non, riservata agli operatori per il commercio su aree pubbliche. Gli stalli saranno concessi agli operatori che ne faranno richiesta tramite avviso pubblico e previa corresponsione al Comune di Brindisi della somma di 250 euro a titolo di contributo alle spese di allestimento e realizzazione della manifestazione, oltre alle tasse previste per l’occupazione di suolo pubblico e Tarsu.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Brindisi, santi patroni: tornano le bancarelle sui corsi, ci sarà anche Neri Marcoré

BrindisiReport è in caricamento