settimana

Zona rossa: "Trasmissione diffusa non gestibile in modo efficace con misure locali"

Ordinanza del ministro Speranza che include anche la Puglia. Divieti, chiusure e spostamenti

BRINDISI - Nel pomeriggio di oggi, sabato 13 marzo il ministro della Salute Roberto Speranza ha emanato l’ordinanza che inserisce la Puglia   nella zona Rossa. Da lunedì 15 marzo, quindi nuove misure per i pugliesi. 

“L’11 marzo scorso con nota 2027 la Regione Puglia ha rappresentato, sulla base dell’evoluzione della situazione epidemiologica nel relativo territorio, che l’analisi dei dati consolidati più aggiornati sulla situazione epidemiologica evidenzia che alcuni territorio provinciali stanno sperimentando un incremento particolarmente sostenuto della circolazione virale e che gli Rt provinciali sono tutti superiore all’unità in modo statisticamente significativo, con valori più elevati a Bari e Taranto.  Visto il verbale del 12 marzo 2021 della Cabina di Regia con riferimento alla regione Puglia si prende atto di una situazione epidemiologica caratterizzata da una trasmissione diffusa non gestibile in modo efficace con misure locali (zone rosse)”. 

Tutte le disposizioni 

"Considerato che nel verbale del 12 marzo 2021 della cabina di regia si evidenzia un generale peggioramento dell’epidemia con una incidenza molto elevata che si avvicina o supera il valore soglia di 250 casi per 100mila abitanti in tutte le province, la Cabina di Regia esprime parere favorevole ad applicare nella Regione Puglia il massimo livello di mitigazione. Infatti, l’analisi complessiva della situazione delinea un quadro di allarme che è compatibile e giustifica l’adozione delle ulteriori misure di mitigazione”. 

Spostamenti

È vietato spostarsi fra regioni; è vietato spostarsi fuori dal proprio comune; è vietato circolare all’interno del proprio comune e spostarsi verso abitazioni private diverse dalla propria. Sono consentiti gli spostamenti per motivi di lavoro, salute o comprovati necessità con autocertificazione. Il rientro alla propria residenza, domicilio o abitazione è sempre consentito dalle 5 alle 22.

Ristorazione

Ristoranti, gelaterie e pasticcerie sono chiusi. È consentito il servizio a domicilio e, fino alle 22, l'asporto. I bar sono chiusi. È consentito il servizio a domicilio e, fino alle 18, l'asporto. 

Attività motoria

È consentito svolgere attività motoria in prossimità della propria abitazione nel rispetto della distanza di almeno un metro e con obbligo di mascherina. È consentito svolgere attività sportiva solo all’aperto e in forma individuale

Altre attività

I negozi al dettaglio sono chiusi, salvo quelli di generi alimentari e di prima necessità. Restano aperte le edicole, i tabaccai, le farmacie e le parafarmacie. Sono chiusi i mercati, tranne le attività dirette alla vendita di soli generi alimentari, di prodotti agricoli e florovivaistici. I servizi alla persona sono sospesi tranne lavanderie e servizi funerari. Musei, cinema e teatri sono chiusi. Vietate sagre e feste.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Zona rossa: "Trasmissione diffusa non gestibile in modo efficace con misure locali"

BrindisiReport è in caricamento