rotate-mobile
social

A Brindisi arriva Too Good To Go, l'app contro lo spreco alimentare

Diversi esercenti, i cui nominativi sono inseriti nell'articolo, hanno aderito all'iniziativa che consentirà di limitare gli sprechi nel periodo natalizio, offrendo la possibilità ai consumatori di ricevere una magic box

BRINDISI - Too Good To Go, l’app anti-spreco n.1 in Italia, arriva anche a Brindisi, dove commercianti e utenti si sono uniti alla lotta contro gli sprechi alimentari proprio in prossimità delle festività natalizie. Molti i locali della città che hanno già aderito all’iniziativa, come la pasticceria "L’Oasi del Cornetto", la pizzeria "Boomerang", la bottega "Dolci Creazioni", il panificio "Donnicola", il Supermercato "Dok" e i negozi del caseificio "L’amor di latte".
Anche Decathlon ha deciso di estendere la propria adesione al progetto anti-spreco coinvolgendo il suo punto vendita a Brindisi.

A pochi giorni dall’inizio delle festività natalizie, Brindisi si unisce ufficialmente alla rete di Too Good To Go, l’app che offre agli esercenti commerciali la possibilità di dare nuovo valore al proprio invenduto e agli utenti di acquistare, e dunque salvare, alimenti ancora freschi a un terzo del prezzo originale.

Il progetto

Tramite l’app i negozianti possono vendere le cosiddette Magic Box, sacchetti a sorpresa contenenti i prodotti rimasti a fine giornata e “troppo buoni per essere buttati”: una soluzione flessibile e sicura che, specialmente durante le feste, supporta gli esercenti commerciali permettendo loro di ridurre gli sprechi e, contemporaneamente, ottenere un piccolo ricavo sulla produzione di alimenti che altrimenti verrebbero sprecati. I consumatori, allo stesso tempo, possono acquistare la propria box a un prezzo conveniente, unendo il risparmio alla lotta contro lo spreco alimentare e agli effetti positivi che questo gesto genera per l’ambiente.

Too Good To Go arriva ora anche a Brindisi, per espandere la sua rete e creare un vero e proprio movimento con uno scopo ben preciso: contrastare gli sprechi alimentari per la salvaguardia del pianeta, dal momento che ogni Magic Box salvata permette di evitare l’emissione nell’ambiente di oltre 2.5 kg di CO2e*. Un obiettivo che si rende ancor più centrale sotto le festività natalizie, durante le quali lo spreco di cibo aumenta; solo in Italia, infatti, in questa ricorrenza vengono sprecate oltre 500 mila tonnellate di cibo.

Gli aderenti

Ad oggi, già diversi locali del territorio brindisino hanno aderito all’app unendosi alla lotta contro lo spreco di cibo, come la pasticceria "L’Oasi del Cornetto", con la sua variegata offerta di paste e brioches; la pizzeria "Boomerang", che nei sacchetti anti-spreco inserisce pizze, focacce e piatti da gastronomia; la bottega "Dolci Creazioni", con la sua proposta di torte e dolci della tradizione pugliese; il panificio "Donnicola", che mette a disposizione pizze, pane fresco ed altri alimenti da forno; mentre nelle magic box del "Supermercato Dok" si possono trovare frutta e verdura di stagione, oltre che generi alimentari freschi e confezionati. Al progetto anti-spreco aderiscono anche i negozi del caseificio L’amor di latte, con la loro vasta selezione di prodotti caseari, e il punto vendita presente in città della catena Decathlon, con la sua ampia offerta di barrette, bevande energetiche e alimenti proteici.

La mission del progetto

”La missione di Too Good To Go consiste nel coinvolgere tutti, negozianti e consumatori in primis, nella lotta contro gli sprechi alimentari e questo nostro obiettivo non si ferma con il periodo natalizio”, dichiara Eugenio Sapora, Country Manager Italia di Too Good To Go. “Anzi, proprio in occasione delle festività, è importante per noi sensibilizzare quante più persone possibili sul tema dello spreco di cibo, offrendo al contempo uno strumento semplice che permetta di compiere un gesto significativo per l’ambiente. L’arrivo a Brindisi conferma dunque il nostro continuo impegno verso l’espansione su tutto il territorio italiano e il raggiungimento di un Paese a zero sprechi alimentari”.

Presente in 15 Paesi d’Europa, negli Stati Uniti e in Canada con 47 milioni di utenti, più di 110mila negozi aderenti e 101 milioni di Magic Box vendute, Too Good To Go ha permesso ad oggi di evitare l’emissione di oltre 250 milioni di kg di CO2. In Italia, Too Good To Go da aprile 2019 è stata lanciata ufficialmente in più di 80 città con 18.000 negozi aderenti, 5.400.000 box vendute e cinque milioni di utenti registrati. 

Il funzionamento dell'app

I commercianti possono inserire la disponibilità di box, senza specificare che tipo di prodotti saranno presenti all’interno, basandosi sugli invenduti della giornata. Dall’altro lato, gli utenti, accedendo all’app dal proprio smartphone e geolocalizzandosi per individuare i locali aderenti più vicini, potranno acquistare il proprio sacchetto di prodotti invenduti a un terzo del prezzo originale pagando direttamente tramite app ed evitando così lo scambio di cartamoneta. Il ritiro della propria Magic Box avviene in negozio nella fascia oraria selezionata - generalmente poco prima della chiusura, evitando così i momenti di massima affluenza.

La storia di Too Good To Go

Nata nel 2015 in Danimarca con l’obiettivo di combattere lo spreco alimentare, l’applicazione Too Good To Go è presente in 15 Paesi d’Europa, negli Stati Uniti e in Canada, conta ad oggi oltre 47 milioni di utenti ed è tra le prime posizioni negli App Store e Google Play di tutta Europa. Too Good To Go permette a bar, ristoranti, forni, pasticcerie, supermercati ed hotel di recuperare e vendere online - a prezzi ribassati - il cibo invenduto “troppo buono per essere buttato” grazie alle magic box, delle “bag” con una selezione a sorpresa di prodotti e piatti freschi che non possono essere rimessi in vendita il giorno successivo. Gli utenti della app non devono far altro che geolocalizzarsi e cercare i locali aderenti, ordinare la propria Magic Box, pagarla tramite l’app e andarla a ritirare nella fascia oraria specificata per scoprire cosa c’è dentro.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Brindisi arriva Too Good To Go, l'app contro lo spreco alimentare

BrindisiReport è in caricamento