rotate-mobile
Lunedì, 27 Maggio 2024
social Torchiarolo

Annalucia Tondo è stata l'unica "lady chef" pugliese impegnata a Sanremo

"Con il mio panificio non mi fermo mai - racconta la professionista di Torchiarolo - Questa volta, però, ho deciso di chiudere una settimana proprio per partire in direzione del Festival"

TORCHIAROLO - Chi l'ha detto che i sogni non possano diventare realtà? Il trucco per arrivare a realizzare un obiettivo è quello di lavorare duro e crederci sempre, perché tutto può succedere. 

Questa è anche la storia di Annalucia, professionista del gusto che gestisce il panificio Canoci Cosimo e Annalucia Tondo a Torchiarolo. L'attività è molto rinomata nel territorio, poiché offre anche i servizi di pasticceria e catering. 

Annalucia Tondo a Casa Sanremo

"Ecco come sono arrivata a Sanremo"

"Circa sei o sette anni fa mi sono iscritta all'Associazione cuochi Brindisi - esordisce Annalucia - all'interno del medesimo ente, in ambito nazionale, è presente anche una sezione composta solo da donne: le lady chef". 

"Aderendo a questo gruppo, è sorta la possibilità di poter andare al Festival di Sanremo per esercitare la mia professione - prosegue - Ho saputo di dover partecipare dopo il periodo dell'Epifania. Non ci credevo, è stata un'emozione unica". 

"Con il mio panificio non mi fermo mai. Questa volta - però - ho deciso di chiudere una settimana proprio per partire in direzione del Festival". 

"Una volta arrivata - sostanzialmente - il mio lavoro a Casa Sanremo consisteva nella preparazione di alcune pietanza e nel servizio catering rivolto agli addetti stampa e agli ospiti della manifestazione". 

"In totale eravamo settanta lady chef, ma io sono stata l'unica proveniente dalla Regione Puglia. Una grande soddisfazione". 

Le lady chef a Sanremo

L'esito dell'esperienza

"Sono entrata in contatto diversi volti noti - racconta Annalucia - Tra questi: I cugini di campagna, Lino Guanciale, Mariotto, Valerio Staffelli, Anna Pettinelli, ed i giornalisti televisivi del programma Agorà. Poi ho visto anche il nostro Mandrake". 

"Ho vissuto delle sensazioni magnifiche. Sicuramente, qualora ci fosse la possibilità, ripeterei tutto senza pensarci due volte - conclude - In più ho conosciuto molte persone che svolgono la mia professione: sono nate amicizie, anche se a distanza, e ho potuto confrontarmi con delle realtà differenti. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Annalucia Tondo è stata l'unica "lady chef" pugliese impegnata a Sanremo

BrindisiReport è in caricamento