rotate-mobile
Giovedì, 18 Aprile 2024
social

Brindisi, i capolavori dell'arte risplendono grazie al riciclo di oggetti comuni

L'esposizione mette in luce le creazioni dell'artista britannica Jane Perkins, che ha originalmente riprodotto alcune delle più note opere della storia

BRINDISI - In natura non esiste il concetto di "rifiuto": tutto ciò che è scartato, e presenta caratteristiche naturali, viene assorbito dall'ambiente e rimesso in circolo. 

Questo è il presupposto principale su cui si basa la mostra intitolata “In art we recycle” (letteralmente "Recicliamo nell'arte"), disponibile presso le Colonne shopping centre dal 4 marzo al 2 aprile. 

L'esposizione mette in luce le creazioni dell'artista Jane Perkins, che ha originalmente riprodotto alcune delle più note opere della storia dell'arte, mediante il riutilizzo di oggetti comuni. 

E così tornano a risplendere, in una chiave del tutto innovativa ed originale, i capolavori di Frida, Leonardo, Van Gogh e tanti altri artisti. 

Le composizioni sono realizzate esclusivamente tramite l'innesto di oggetti (macchinine, dadi, bottoni ecc), che i visitatori potranno divertirsi a cercare osservando attentamente i quadri. Questi ultimi non sono stati oggetto di pittura a colori o di alcun altro tipo di aggiunta.

Riproposizione de Il bacio di Klimt

Le opere

Tra le opere assume rilievo la profondità dei volti: su tutti quello de La ragazza afgana, che chiaramente ricalca la celebre fotografia scattata da Steve McCurry nel 1984, e pubblicata sulla copertina della rivista National geographic magazine.

Riconoscibilissimi sono anche quelli di Albert Einstein e Ludwig van Beethoven, due punti di riferimento importanti per la cultura moderna. 

Non mancano i legami con la contemporaneità: l'opera intitolata Il bacio: Kate e William, riprende i futuri reali britannici scambiarsi un tenero gesto d'amore nel giorno delle loro nozze. 

Riproposizione de La ragazza afgana

Chi è Jane Perkins?

L'artista britannica ha iniziato la sua attività a Londra nel 2006. Utilizza in particolar modo giocattoli, conchiglie, bottoni, perline e gioielli. Il suo lavoro si contraddistingue per un approccio decisamente ecologico.

Nel 2009 ha ricevuto il "Peaple's vote" all'Open art exhibitions per la sua versione dei ritratti di Mandela e della Regina Elisabetta. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Brindisi, i capolavori dell'arte risplendono grazie al riciclo di oggetti comuni

BrindisiReport è in caricamento