rotate-mobile
Venerdì, 14 Giugno 2024
social

Contro la desertificazione in Eritrea, 2mila alberi piantati nei prossimi 12 mesi

Al centro dell'iniziativa, la Gaw Web Agency di Brindisi insieme al Vis (Volontariato internazionale per lo sviluppo) e i Salesiani di Don Bosco

BRINDISI - L’obiettivo è quello di migliorare le condizioni delle comunità nella regione del Debub, in Eritrea, contrastando l’avanzata delle aree desertiche, rafforzando la capacità di resistere agli effetti dei cambiamenti climatici e dare lavoro alle donne che vivono in condizioni di vulnerabilità o vittime di violenze e discriminazioni.

Con queste premesse è nato il progetto che vede collaborare la Gaw Web Agency di Brindisi insieme al Vis (Volontariato internazionale per lo sviluppo) e i Salesiani di Don Bosco per i prossimi 12 mesi, durante i quali si cercherà di raggiungere l’obiettivo di piantare circa 2000 alberi (eucalipti, caffè, jacaranda e acacie) e di riforestare circa 1 ettaro di terreno nell’area di Dekemhare. 

Per ogni sito web acquistato, l’azienda verserà un contributo che servirà a supporto dell’iniziativa. Il progetto, inoltre, oltre alla cura urgente dell’ambiente locale soggetto a desertificazione, vuole anche restituire dignità alle donne permettendo loro di lavorare e di poter assicurare il soddisfacimento dei bisogni primari per sé e per i propri figli. Saranno coinvolte, infatti, 40 donne che, dopo aver firmato un contratto di lavoro con i salesiani, riceveranno una formazione di base per attività di cura dell’ambiente, giardinaggio e riforestazione, utensili e altri materiali utili per lavorare ed un compenso per la loro attività.

Parte dello staff di Gaw

“Il nostro impegno – dichiara Stefano Casoar, fondatore e amministratore della Gaw e presidente Giovani imprenditori Confindustria Brindisi - è in linea con il Great green wall, il Grande Muro Verde, l’iniziativa che servirà a fermare l’emissione di 250milioni di tonnellate di CO2 e darà lavoro a circa 350mila persone in tutto il Paese, e portare sicurezza in una delle regioni più povere della terra. È già stato fatto molto in questi anni grazie alla collaborazione del Vis e dei Salesiani di Don Bosco che desidero ringraziare, con iniziative per migliorare le condizioni igienico-sanitarie, la promozione dell’educazione e l’inclusività. Noi, nel nostro piccolo e con il nostro modesto progetto ma, soprattutto, con il sostegno dei nostri clienti, vorremmo rendere quel territorio un giardino accogliente, per garantire alle comunità locali il diritto a vivere in un ambiente sano e sostenibile”.

La GAW Web Agency - acronimo di goldenappleweb.com - è nata nel 2009 dall’idea di Stefano Casoar e Stefano Baldassarre. Oggi è una realtà produttiva con un nucleo di 6 dipendenti e altri 8 collaboratori Under35, tutti della provincia di Brindisi, con base nel capoluogo messapico e due sedi aperte negli ultimi anni in coworking tra Roma e Milano. L’azienda si occupa di marketing digitale con un team giovane e dinamico caratterizzato da passione, creatività e professionalità. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Contro la desertificazione in Eritrea, 2mila alberi piantati nei prossimi 12 mesi

BrindisiReport è in caricamento