menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il bosco di Cerano

Il bosco di Cerano

Fai lancia classifica per salvare i tesori d’Italia: 206 siti nel Brindisino

E’ partito il sei maggio il voto online de "I luoghi del cuore" e si svolgerà fino al 15 dicembre. A oggi il bosco di Cerano, Tramazzone, è al primo posto nel territorio locale

BRINDISI- Al 173esimo posto nella classifica nazionale dei tesori d’Italia del Fondo Ambiente italiano, ma al primo tra i 206 Luoghi del cuore sul territorio brindisino, Tramazzone, bosco di Cerano, ha conquistato i 91 voti di chi è ammaliato dai 126 ettari di chiome fitte e verdi, attraversate dal canalone naturale detto “Li Siedi”, di origine erosiva.

Ma la sfida del Fai, lanciata il sei maggio, sarà aperta fino al 15 dicembre 2020: avete scelto il vostro luogo del cuore da salvare? Il territorio brindisino propone ben 206 luoghi che regalano un’emozione: dalla chiesa Madonna del giardino di Brindisi, a San Miserino di San Donaci, Muro Tenente di Mesagne, il sito archeologico di Valesio a Torchiarolo, il centro storico di Ostuni, la Piana degli ulivi millenari di Fasano, l’area archeologica di Egnazia e tante altre ancora.

Basta un click per votare nella decima edizione del censimento italiano: borghi, torri, giardini, strade, fontane e rocche scelte dai cittadini e raccolte in un database di 37mila luoghi. Un appuntamento nazionale che quest'anno deve fare i conti con l'emergenza del coronavirus: per votare il "luogo del cuore" basta collegarsi al sito (www.iluoghidelcuore.it) e selezionare la provincia di Brindisi. Possono farlo anche i minorenni e i cittadini stranieri.

Novità edizione 2020

Quest’anno il censimento si arricchisce di due classifiche speciali. La prima dedicata all’“Italia sopra i 600 metri”, cioè a luoghi che appartengono alle aree interne montane del Paese, di cui la Fondazione si sta occupando anche attraverso il Progetto Alpe e che coprono da sole il 54% del territorio nazionale. La seconda è relativa ai “Luoghi storici della salute”, beni architettonici che hanno radici profonde nel passato, e che oggi, diventano importanti testimonianze a fronte dell’emergenza del coronavirus.

Come di consueto, i luoghi più votati verranno premiati, a fronte della presentazione di un progetto concreto: 50.000 euro, 40.000 euro e 30.000 euro saranno assegnati rispettivamente al primo, secondo e terzo classificato, mentre il luogo più votato via web diventerà protagonista di un video, storytelling o promozionale, realizzato a cura della Fondazione. Per i vincitori delle due classifiche speciali sono in palio complessivamente 20.000 euro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Bandiera Blu 2021: ecco le migliori spiagge nel Brindisino

Attualità

Il razzo spaziale cinese cade vicino alle Maldive: Puglia "risparmiata"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento