social

“L’ultimo giorno del toro” sbarca su Amazon Prime negli Usa e in Inghilterra

Il terzo film del regista francavillese Alessandro Zizzo ha conquistato il colosso di Seattle. A fine estate iniziano le riprese di “L’estate di Virna” in Puglia

FRANCAVILLA FONTANA- È uscito nelle sale il 7 ottobre, è stato programmato nei cinema di Brindisi, Taranto e Francavilla e a causa della pandemia da Covid-19, la pellicola di produzione pugliese ha avuto vita breve sul grande schermo, ma non sul piccolo: “L’ultimo giorno del toro”, del regista francavillese Alessandro Zizzo, è sbarcato sul colosso Amazon Prime negli Usa e in Inghilterra.

Dunque, il film presentato in anteprima nazionale lo scorso 7 ottobre a Taranto, al cinema teatro Orfeo, con un protagonista bitontino d’origine, ma milanese d’adozione, Michele Morrone, sarà seguito Oltreoceano. Un altro ottimo traguardo per Alessandro Zizzo che a undici anni, dopo aver visto “Nuovo cinema paradiso” sognò di scrivere e fare il regista. Anche se oggi ALESSANDRO ZIZZO-2insegna lettere in un liceo di Taranto perché nonostante gli studi universitari nella città di Roma, il cinema era un sogno sempre coltivato guardando le pellicole di Ettore Scola e Massimo Troisi, Mario Monicelli, Federico Fellini e Giuseppe Tornatore.

Alla regia del suo terzo film, Alessandro Zizzo confessa di partire per la stesura della scenografia dal personaggio per poi costruire via via una storia intorno a lui. E quella che racconta intorno al protagonista Valerio (Michele Morrone), letterato appassionato del pessimismo leopardiano, sembra quasi aver anticipato il lockdown da pandemia perché decide di chiudersi in casa, rifugiandosi tra libri, silenzi e parole non dette.

E mentre Zizzo è impegnato ad organizzare le riprese del suo prossimo film, “L’estate di Virna”, che girerà in Puglia a partire da fine estate prodotto da Apulia Film Commission e Santa Ponsa Film, godetevi la visione de “L’ultimo giorno del toro”.

Trama “L’ultimo giorno del toro”

Valerio (Michele Morrone) è tendenzialmente un “buono”, subisce gli eventi e le persone che gli parlano addosso, si rifugia nei suoi libri, nei suoi silenzi, nel “non detto” e in quelle poche parole pronunciate a bassa voce. È timido e impacciato e tende a nascondersi, è uno che la vita la vive a testa bassa, mai a testa alta, un uomo d’acquario appunto, da ampolla, sicuramente non un “pesce di mare”. “L’ultimo giorno del toro” è una commedia sul male di vivere, sulla paura di affrontare la vita a viso aperto, sull’incomunicabilità, sui silenzi ingoiati dalle troppe parole di un’epoca forse un po’ troppo piena di significanti privi di significato. Una commedia sulla voglia di fuggire, che spesso ci immobilizza sul divano, perché fuggire è sì un’esigenza, una necessità, ma se il mondo fuori non ha bisogno di noi, dov’è che andiamo?

Nel cast anche tre attori tarantini: Andrea Simonetti, Debora Muscoso e Antonella Chiloiro. Un altro tarantino: Andrea Basile, è stato impegnato nella post-produzione della pellicola.

Il film è stato prodotto dalla Coralia Produzioni di Rosario Altavilla e Maddalena Franco e da Monica Pice di Benettini Sarti, in collaborazione con la Divella Sspa. Il film è stato distribuito nelle sale da Gregorio Mariggiò per Cinemetic e su Amazon Prime dalla “Lamantino Brothers”.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“L’ultimo giorno del toro” sbarca su Amazon Prime negli Usa e in Inghilterra

BrindisiReport è in caricamento