rotate-mobile
social Latiano

Due fratellini consegnano la lettera di persona, il papa risponde a tutta la classe

Immensa gioia per gli alunni della II B dell'istituto comprensivo di Latiano, plesso Bartolo Longo. "Il papa vi invia di cuore la sua paterna benedizione" si legge nella missiva del pontefice

LATIANO - A sette anni non è facile comprendere del tutto l'eccezionalità di un evento. Allo stesso modo, non risulterà semplice realizzare quanto possa essere difficile incontrare una persona speciale. 

Ci sono dei giorni, però, talmente importanti, che rimarranno impressi per sempre nella nostra vita. Ed è proprio quello che è successo, lo scorso 8 marzo, ai piccoli fratelli Marco e Matteo Rubino.  La coppia, infatti, ha avuto l'opportunità di assistere ad un'udienza di papa Francesco insieme alla propria famiglia. L'evento si è svolto, come di consueto, presso Città del Vaticano.

I due hanno deciso di includere in questa bellissima esperienza anche i propri compagni di classe. Per questo motivo, gli alunni della II B dell'istituto comprensivo di Latiano, plesso Bartolo Longo, hanno scritto una lettera contenente delle preghiere proposte da ogni singolo compagno di classe. 

Una pregevole iniziativa concretizzatasi in Piazza San Pietro, dove i fratellini hanno consegnato la lettera a papa Francesco.

Preghiera destinata al pontefice

Proprio con il pontefice, Marco e Matteo hanno scambiato una chiacchierata. Sono riusciti, inoltre, ha svolgere per ben due volte il giro dell'imponente piazza in papamobile. 

L'elaborato della classe II B

Il pensiero del papa per gli studenti

La "missione" dei fratelli era quella di consegnare la lettera, adempiere alla promessa fatta, non deludendo i compagni e gli insegnanti. Il risultato è stato eccellente, visto che il 21 aprile successivo, tutta la classe ha ricevuto una risposta alle proprie preghiere, per mezzo di una missiva giunta dal Vaticano. 

Di seguito le parole che sintetizzano il contenuto della lettera: 

"Il papa, che vi pensa con amore e tenerezza e ringrazia per tale gesto, assicura per ciascuno un particolare ricordo, affinché possiate crescere gioiosi e sereni in compagnia di Gesù, il vero e fedele amico che mai abbandona, e invia di cuore la sua paterna benedizione, con l'auspicio che insieme agli insegnanti e alle persone care camminiate sulla via della pace e del bene per costruire un mondo fraterno". 

L'8 marzo 2023, dunque, rimarrà una data storica non solo per Marco e Matteo, ma per tutti i componenti della II B.

Sicuramente, i bambini di oggi, un giorno realizzeranno completamente quanto accaduto, rimanendo increduli nel ricordo di una risposta speciale: quella di papa Francesco. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Due fratellini consegnano la lettera di persona, il papa risponde a tutta la classe

BrindisiReport è in caricamento