rotate-mobile
social San Vito dei Normanni

Giovane medico sanvitese vince importante borsa di studio in Cardiologia

Selezionata dalla Società Europea di Cardiologia Esc/Ehra, Maria Giovanna Bucci svolgerà un training in uno dei migliori centri europei di aritmie cardiache. "Che la mia esperienza formativa possa essere da esempio per tanti giovani brindisini" afferma

MILANO/SAN VITO DEI NORMANNI - Un importante successo ha coinvolto, recentemente, una dottoressa brindisina. Si tratta di Maria Giovanna Bucci, medico cardiologo trentacinquenne, nata nel capoluogo adriatico e cresciuta a San Vito dei Normanni

La dottoressa, infatti, è stata selezionata dalla Società Europea di Cardiologia Esc/Ehra per una borsa di studio destinata a soli 4 giovani cardiologi elettrofisiologi, tra tutti i professionisti europei candidatisi. Per questo, svolgerà un periodo di training in uno dei migliori centri europei di aritmie cardiache: quello assegnatole è l’Hospital Clinico San Carlos di Madrid, dove si recherà nel prossimo mese di maggio.

La sua formazione

Diplomatasi nel 2006 al liceo scientifico Leonardo Leo di San Vito, e laureatasi nel 2012 in Medicina all’Università Sapienza di Roma con il massimo dei voti, si è poi specializzata in Cardiologia presso l’Università di Perugia svolgendo la tesi di specialità a Milano su un trattamento innovativo per la fibrillazione atriale.

Attualmente, da quasi 3 anni, lavora a Milano, occupandosi di elettrofisiologia, e nello specifico impianti di pacemaker e defibrillatori, aritmie cardiache e ablazioni. Vive con suo marito, anche lui brillante cardiologo con origini brindisine (erchiolano). 

Le sensazioni sulla nuova avvenuta

"Sarà sicuramente una grandissima opportunità di crescita e formazione per un giovane cardiologo come me - racconta Maria Giovanna Bucci - Non avrei mai creduto di poter arrivare a raggiungere un traguardo del genere - prosegue - mi farebbe molto piacere poterlo condividere con i miei compaesani, ringraziando in primis la mia famiglia e mio marito che mi hanno sempre sostenuto; ma soprattutto ringrazio tutto il liceo scientifico di San Vito dei Normanni e i suoi insegnanti, professori di grande spessore umano e professionale, che mi hanno fornito solidissime basi scolastiche per entrare alla facoltà di Medicina e procedere al meglio nella mia carriera professionale".

"Che la mia esperienza formativa e lavorativa nella Cardiologia possa essere in un futuro prossimo a disposizione dei miei concittadini - conclude - ma ancor di più un esempio per tanti giovani brindisini che a partire dai nostri licei di provincia possano intraprendere con entusiasmo ed orgoglio brillanti carriere".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giovane medico sanvitese vince importante borsa di studio in Cardiologia

BrindisiReport è in caricamento