rotate-mobile
social Fasano

I giovani e la musica: l'esperienza di un pianista ospite nella sua ex scuola

Vito Alessio Calianno è tornato all'Iiss "Da Vinci" di Fasano, dopo essersi diplomati lo scorso anno a pieni voti. Ora ha intrapreso studi ed una carriere musicale

FASANO - Nell’ambito del percorso “Orientamenti” e del progetto “FasanoMusica dalla parte dei giovani”, si è tenuto ieri mattina (23 maggio) nell’auditorium del polo liceale fasanese l’incontro tra i ragazzi e le ragazze delle classi quarte del “Da Vinci” ed il talentuoso e giovane pianista Vito Alessio Calianno, diplomatosi lo scorso anno a pieni voti nello stesso istituto. 

In attesa del concerto in programma domenica 26 maggio nel Teatro Sociale di Fasano (alle 19.30 con il mezzosoprano Caterina Dellaere), il pluripremiato diciannovenne musicista fasanese ha prima dialogato con la sua ex professoressa di Lettere Teresa Cecere, con l’intervista incentrata in particolare sulle motivazioni che hanno portato allo studio della musica classica. Si tratta di un genere certamente poco in voga tra i suoi coetanei, ma ciò non ha minimamente scalfito le certezze del protagonista della kermesse: "Ho iniziato casualmente ma non mi sento diverso, non è certo questo che fa stabilire o meno dei rapporti con chi appartiene alla mia generazione>". 

Il Maestro Calianno, che ha conseguito una Laurea di primo livello in Pianoforte classico con la guida del Maestro Roberto Bollea, ha poi suonato un brano di Chopin, uno di Čajkovskij ed uno Schönberg, evidenziando anche la differenza tra pezzi romantici e musica dodecafonica. Il discorso in seguito si è spostato sul rapporto che lega artista e pubblico, sulla gestione dell’errore "è importante studiare costantemente - ha detto -, ma anche saper accettare gli imprevisti lavorando emotivamente su sé stessi" e sullo spirito di competizione: "Non vivo questo tipo di sensazioni - ha proseguito -, perché ogni artista è diverso ed ogni performance è diversa di per sé. La bellezza della musica è anche nella differenza delle interpretazioni, pertanto nei concorsi non percepisco negativamente la concorrenza, cercando anche nelle sconfitte l’occasione per imparare qualcosa". 

L’incontro si è concluso infine con un momento ludico, il classico gioco “Chi butti giù dalla torre”, e con una breve chiacchierata sulla musica contemporanea, per poi lasciare spazio agli applausi del pubblico di studenti e studentesse, che hanno particolarmente apprezzato l’iniziativa, nobilitata anche dalle ottime capacita oratorie di Vito Alessio Calianno, orgoglio fasanese già eccellente nel presente e dal futuro certamente prestigioso.

Rimani aggiornato sulle notizie dalla tua provincia iscrivendoti al nostro canale whatsapp: clicca qui

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I giovani e la musica: l'esperienza di un pianista ospite nella sua ex scuola

BrindisiReport è in caricamento