rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
social

Mandrake: l’influencer che racconta l’infanzia di tutti sui social

Giuseppe Ninno, in arte Mandrake, è l’influencer brindisino che spopola sui social. Al momento è seguito da 180 mila follower su instagram e 381,8 K su Tik Tok. Da un po’ di tempo utilizza i filtri digitali del viso per raccontare gli "imbarazzi" di quando si è piccoli

BRINDISI - Quante situazioni imbarazzanti si vivono da bambini? Piccole paure, che a ricordarle da grandi scatta un sorriso: dalla preoccupazione di dover confessare ai genitori una nota messa dalla maestra, fino alla poesia da recitare della quale non ci si ricorda una parola. 

Giuseppe Ninno, in arte Mandrake, ha preso come spunto questi episodi tramutandoli in video divertenti. Egli è un personaggio noto nel territorio e non solo, che pubblica clip molto apprezzate sui social, garantendo ai fruitori qualche minuto di serenità e di spensieratezza. Seguitissimo in particolare su instagram con 180 mila follower e tik tok (381,8 K), tanto che gli utenti ormai attendono sempre più con impazienza la pubblicazione di nuovi contenuti.

I social media sono il canale comunicativo più alla portata dei giovani, anche se oramai coinvolgono tutte le fasce di età senza esclusioni. Così, il comico è diventato noto a tutti, tanto da porsi come uno dei personaggi-veicolo dell'identitarietà di Brindisi.

Gli imbarazzi:

Da un po’ di tempo l’influencer sta raccontando in modo comico alcune (dis)avventure che accomunano ogni bambino, utilizzando i filtri del viso presenti sui social per ringiovanirsi il volto e recitare la parte del figlio alle prese con i “classici genitori di un tempo”: e così lui stesso si traveste da padre che torna a casa dal lavoro, e soprattutto da madre con i capelli arruffati e la classica vestaglia da casalinga amante delle soap opera. Ma attenzione perché, leggendo queste parole, chi non conosce la comicità di Mandrake potrebbe pensare che si tratti della solita sequenza di luoghi comuni. Invece non è affatto così, ma è un modo intelligente di raccontare la società, producendo una relazione tra passato e attualità.

Ricordare il passato:

L’aspetto che rende i video di Mandrake appetibili, infatti, è la memoria, perché essi riportano alla mente di tutti una società che probabilmente non c’è più o che comunque è parzialmente cambiata: i genitori solo casa e lavoro, il bambino ingenuo che magari preferisce giocare ai videogiochi piuttosto che stare sullo smartphone ecc.

Il comico brindisino racconta in modo appropriato uno spaccato del territorio, fatto di usi e consuetudini molto anni ‘90 che generano sicuramente risate ma anche un pizzico di emozione, oltre che la classica frase “certo che però era veramente così”. Chi è che non l’ha pensato dopo aver visto un video di Mandrake? Il merito dell’influencer, tra l’altro, è anche quello di svelare le cose che non si sarebbero mai dette; quegli “imbarazzi” che da bambini si custodivano gelosamente e che ora grazie a questi video sono condivisi, tanto da far sentire i follower affezionati un po’ meno soli. 

Sicuramente l'attività di Mandrake continuerà a soprendere con il tempo, portando gli utenti dei social a legarsi ancora di più a lui; perchè la chiave del suo personaggio è quella di raccontare le storie di ognuno, facendo tornare tutti un po' bambini.
 
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mandrake: l’influencer che racconta l’infanzia di tutti sui social

BrindisiReport è in caricamento