rotate-mobile
Mercoledì, 17 Aprile 2024
social

Marco Mengoni, Articolo 31 e tanti altri: la simpatia di Mandrake conquista Sanremo

Il noto influencer brindisino, che in questi giorni si trova nella "Citta dei fiori", ha già incontrato molti dei protagonisti dell'evento canoro: abbracci, risate e tanta felcità

Il Festival di Sanremo, in questi giorni, ha monopolizzato le trasmissioni televisive. Come di consueto, i temi non stanno riguardando solo le esibizioni musicali ma anche i retroscena, le curiosità, le gag, e gli abiti indossati. 

Tra i personaggi che gravitano intorno alla manifestazione, c'è anche Giuseppe Ninno "Mandrake", ormai una celebrità sui social. L'influencer brindisino non ha mancato di incontrare alcuni dei volti noti protagonisti della manifestazione canora. 

Recentemente, infatti, si è recato presso Lido Mengoni, uno spazio realizzato dal cantante e dal suo staff, in cui artisti e performer si stanno esibendo durante la settimana.

Proprio con Mengoni, Mandrake ha fatto coppia per una partita di calcio balilla, contro altri due professionisti dei social (Enzuccio e Frank Gramuglia). Dopo un goal segnato, non ci ha pensato due volte e ha abbracciato l'artista musicale originario di Ronciglione (Viterbo). 

Mandrake e J-Ax (Instagram stories).

Prima ancora, in un altro spazio, l'intrattenitore pugliese aveva incontrato gli Articolo 31. In quel caso si è cimentato nell'interpretazione del personaggio - da lui inventato - di Antonio: il bambino con una voce roca, che proviene da una famiglia difficile. Scherzando, con la sua consueta simpatia, ha conquistato J-Ax e DJ Jad. 

In altre instagram sories, tra l'altro, Mandrake ha postato la foto di un caffè preso con Gianluca Grignani. Nel mezzo, tante risate, gioia e felicità. 

Mandrake, alcune info su di lui

Si tratta di un comico e content creator salentino (classe 1984, vive a Brindisi). Il suo nome d’arte nasce nel 2010: "Ho vissuto a Roma per un anno, lavorando come broker di scommesse. - Racconta lui stesso - A Roma si campa con i soprannomi: Er Roscio, Er Moro, ma io - non avendo capelli - il nome l'ho ricevuto in base al lavoro che facevo. E così sono diventato Mandrake, come il personaggio dello scommettitore interpretato da Gigi Proietti in Febbre da Cavallo".

"Il momento di svolta arriva nel 2017 - prosegue - quando comincia a fare video comici e sketch irriverenti su facebook: inizialmente parodie della sindaca della sua città, poi personaggi che riprendono la figura del brindisino medio. Presto arrivano le apparizioni televisive nelle emittenti più note del territorio, e nel 2021 una piccola parte nel film La grande guerra del Salento di Marco Leonardi, che gli ha dato l'occasione di mettersi alla prova distaccandosi un po’ dai suoi contenuti ironici".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Marco Mengoni, Articolo 31 e tanti altri: la simpatia di Mandrake conquista Sanremo

BrindisiReport è in caricamento