rotate-mobile
social Mesagne

Mesagne, squilla il telefono a casa: "Pronto? Sono Papa Francesco"

Il pontefice ha chiamato la nonna del missionario mesagnese Padre Renato Maizza, che presta il suo servizio in Argentina, nella diocesi di Merlo Moreno

MESAGNE - Una sorpresa, nel pomeriggio di ieri (7 dicembre), ha coinvolto un'anziana mesagnese. La storia è stata riportata dal quotidiano locale Quimesagne.it.

Nonna Nerina, novantenne residente nel quartire Materdomini della città, ha ricevuto una chiamata speciale da parte del Santo Pontefice Francesco. 

L'evento si è verificato intorno alle ore 17.00, quando - ad un tratto - ha squillato il telefono dell'abitazione. A rispondere ci ha pensato il genero della donna, il signor Claudio: "Pronto? sono Papa Francesco" ha udito, tanto che in un primo momento - non credendo all'eventualità - ha riattaccato la cornetta. Dopo una seconda chiamata, constatando che la voce era davvero quella del Santo Padre, l'uomo ha passato il ricevitore alla signora Nerina. 

Quest'ultima è la nonna del missionario mesagnese padre Renato Maizza, che presta il suo servizio in Argentina, nella diocesi di Merlo Moreno. 

Il parroco, in una lettera, ha raccontato al Pontefice che la donna sta vivendo un periodo difficile poiché "sente che il suo momento sta per arrivare". "Ma non vado via se prima non vieni tu" avrebbe detto Nerina al nipote, che non torna a Mesagne da 30 anni e che non riuscirà a farlo in tempi brevi a causa di problemi burocratici. 

Una frase - questa - che ha "spezzato il cuore" di Renato Maizza tanto da indirizzarlo all'idea di scrivere il messaggio destinato al Papa. 

Per la nonna mesagnese, dunque, sarà un Natale unico, legato al ricordo di una conversazione speciale. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mesagne, squilla il telefono a casa: "Pronto? Sono Papa Francesco"

BrindisiReport è in caricamento