menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Musica, i Negramaro dedicano una canzone all’esodo del 1991

Si intitola “Dalle mie parti” il brano che parla dell’accoglienza della città di Brindisi verso gli albanesi e che ha vinto il premio Amnesty International Italia 2021, dedicato ai diritti umani

BRINDISI- "Dalle mie parti si dà una mano/ Dalle mie parti io resto umano/ Dalle mie parti si corre in salvo/ Di chi ha bisogno di un cuore amico/ Dalle mie parti": è dei Negramaro il miglior brano sui diritti umani secondo l’Amnesty International Italia 2021, premio riservato ai big della canzone italiana, creato nel 2003 con l’associazione Voci per la libertà.

Si intitola “Dalle mie parti” e parla di immigrazione, fenomeno per cui la città di Brindisi ha dimostrato nel 1991 la propria ospitalità e sensibilità verso il popolo albanese, che nella Puglia ha cercato la speranza di una vita migliore.

“Sono parole che scaldano il cuore e raggiungono tantissime persone, a conferma del fatto che Brindisi porta con sé uno degli insegnamenti più grandi dell'umanità, quello della solidarietà” ha scritto il sindaco Riccardo Rossi sulla propria pagina facebook, riportando alcune strofe del brano “Dalle mie parti”, che si trova nell’album “Contatto”.

“Ringrazio Giuliano Sangiorgi per la sua sensibilità e la testimonianza di quanto avvenuto in quei giorni a Brindisi”, conclude il primo cittadino. La premiazione si terrà il 25 luglio durante la serata finale della 24° edizione di Voci per la Libertà - Una canzone per Amnesty, quest’anno legata al 60° anniversario di Amnesty International. L'appuntamento è dal 23 al 25 luglio a Rosolina Mare in provincia di Rovigo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Le nuove aperture in pandemia, simbolo di coraggio e speranza

Attualità

Puglia. Wedding: regole sanitarie e "covid manager" per ripartire

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento