Segnalazioni

I lavori dimenticati in via Duomo, brutta cartolina per Brindisi

Giungono al giornale segnalazioni sulla vicenda dei lavori di ristrutturazione della pavimentazione in basolato di via Duomo, ridotto in condizioni pietose. Si trattava lavori ritenuti dalla stessa amministrazione comunale assolutamente necessari

Alcune immagini della condizione del basolato in via Duomo a Brindisi

BRINDISI - Giungono al giornale segnalazioni sulla vicenda dei lavori  di  ristrutturazione della pavimentazione in basolato di via Duomo, ridotto in condizioni pietose. Si trattava lavori ritenuti dalla stessa amministrazione comunale assolutamente necessari e non più rinviabili per la condizione di  degrado  della strada, a causa delle tante sconnessioni ed avvallamenti  esistenti, che giornalmente mettevano e mettono a dura prova la capacità di equilibrio dei pedoni, dei ciclisti e degli automobilisti che la percorrevano. Con grave pericolo della loro incolumità fisica.

Ma anche per le difficoltà aggiuntive determinate in caso di pioggia,  dalla  formazione  di larghe pozzanghere di acqua, che spesso  viene schizzata dalle auto in transito sui  cittadini e turisti, che si trovano a percorrere via Duomo.  Per eseguire i lavori, nel lontanissimo  2013, fu indetta una gara,  al termine della quale il dirigente i lavori con  determinazione n. 326 del  1° agosto 2013  dichiarava  l’aggiudicazione definitiva della gara e quindi l'imminenza dell'inizio dei lavori.

lavori via duomo (3)-2-2Naturalmente come è evidente i lavori non sono mai iniziati. Quando la situazione diventava assolutamente insostenibile, si è pensato di  mettere una “ pezza” spalmando abbondante catrame sulla pavimentazione,  che non ha certamente risolto i problemi ma ha peggiorato lo stato del decoro e i connotati tipici delle strade del centro storico. Replicando quanto è stato fatto, per esempio, in via Porta Lecce, in piazza Vittorio Emanuele II, ma un po' dappertutto nel centro storico.

lavori via duomo-2In molti, a proposito della gara, temono che alla fine non se ne farà niente, e che tutto possa ulteriormente peggiorare, così come accade da tempo per il  basolato dei  corsi, continuamente frantumato in mille pezzi da veicoli pesantissimi,  senza che nessuno senta il dovere di intervenire, per evitare questo danneggiamento continuo e assicurare un livello decente di sicurezza. Con costi consistenti a danno della comunità.

Peraltro non si può certamente affermare che questi ritardi, questo livello di disattenzione, di disinteresse, sia peculiare del centro storico, perché anche in  periferia, a S. Elia, al Paradiso, al Casale, si verificano altrettante sofferenze nonostante le tante  rassicurazioni di intervento promesse nell'ultima campagna elettorale. Rassicurazioni che forse si stanno replicando in queste ore.

Che fine hanno fatto le risorse economiche destinate a quell'intervento già appaltato da tre anni, per evitare  che si possa percepire una amministrazione  indolente, refrattaria a risolvere i  problemi della città e dei cittadini? Quei lavori erano e restano urgenti e importanti, sia nel centro storico che nelle aree di periferia.

           

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I lavori dimenticati in via Duomo, brutta cartolina per Brindisi

BrindisiReport è in caricamento