menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Parcheggi abusivi e muri vandalizzati: ancora degrado intorno al teatro Verdi

Una della zone più caratteristiche della città trasformata in parcheggio e "palestra" per chi si allena con vernici spray. La segnalazione giunge da un residente, tramite l'applicazione di messaggistica Whatsapp, messa a disposizione dei lettori da BrindisiReport.it al numero 348 8390912

BRINDISI - Una della zone più caratteristiche della città trasformata in parcheggio e “palestra” per chi si allena con vernici spray.segnalazione centro-2 

La segnalazione giunge, tramite l’applicazione di messaggistica Whatsapp, messa a disposizione dei lettori da BrindisiReport.it al numero 348 8390912, da un residente che questa mattina (18 aprile) si è trovato di fronte ai propri occhi una vistosa tag (una firma usata dai writer per marcare una superficie urbana, ndr) campeggiare su di un muro del teatro Verdi, in via Del Balzo; oltre alle decine di auto che, quotidianamente, occupano un’intera area, teoricamente riservata al traffico dei residenti, che comprende la già citata via Del Balzo, vicolo Tarantafilo e vicolo Schiavoni.segnalazione centro 2-2-2

“Siamo in balia dei vandali, manca un minimo di senso civico - scrive il lettore - basterebbe dotare via Del Balzo (unico accesso all’area, ndr) di un dissuasore o di una telecamera a varco, per contrastare il fenomeno del parcheggio selvaggio, e aumentare i controlli intorno al teatro, soprattutto durante i fine settimana, per evitare che qualche artista improvvisato vandalici la nostra città”.

Purtroppo questa non è l’unica area, piazza o via che si trasforma “magicamente” in un parcheggio abusivo, BrindisiReport.it ha segnalato decine di casi simili, ma per combattere l’incivile comodità di qualche automobilista sempre poco si è fatto.

Anche il fenomeno delle scritte sui muri caratterizza da sempre ampie zone del centro storico, aree che, invece, andrebbero salvaguardate vista la numerosa presenza di monumenti storici. Naturalmente non bisogna stigmatizzare un’arte, la street art appunto, che, fatta nel modo e negli spazi giusti, potrebbe rappresentare un ulteriore richiamo per i turisti, come accade da anni in tantissime città del mondo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Puglia. Wedding: regole sanitarie e "covid manager" per ripartire

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento