Venerdì, 22 Ottobre 2021
Segnalazioni Centro Storico

"Trovare un parcheggio? Ormai un'impresa". Lo sfogo di un residente del centro

"Vivo in centro, pago un regolare abbonamento per residenti, ma da quando è entrato in vigore il nuovo piano parcheggi non riesco a trovare più un posto per la mia auto, troppe strisce bianche concentrate" - lo sfogo di un lettore di BrindisiReport.it

BRINDISI - “Vivo in centro, pago un regolare abbonamento per residenti, ma da quando è entrato in vigore il nuovo piano parcheggi non riesco a trovare più un posto per la mia auto, troppe strisce bianche concentrate” - lo sfogo di un lettore di BrindisiReport.it che, tramite il servizio di messaggistica della pagina ufficiale Facebook del quotidiano, ha segnalato giorno per giorno la situazione creatasi dopo “l’apparizione” tra le strade del centro storico brindisino delle strisce bianche, quelle che, per intenderci, esentano da ogni pagamento per la sosta, al contrario di quelle di colore blu.

Una manovra, quella del piano della sosta attuata lo scorso 4 aprile, voluta dal commissario Cesare Castelli per assicurare alle casse del comune entrate che “costituiscono strumento imprescindibile ai fini della redazione del bilancio preventivo 2016 e pluriennale 2016-2018” come si legge nella delibera adottata con i poteri della Giunta il 25 marzo scorso.

Una scelta dettata anche per “ridurre sprechi e potenziare le entrate e recuperare risorse di settore in ogni contesto in cui si sviluppa l’Ente” e che ha avuto come risultato per i brindisini motorizzati un aumento di stalli gratuiti (4.425) e una diminuzione di strisce blu, posti auto che necessitano del pagamento di un ticket orario (3.368); la manovra ha oltretutto risparmiato i pass per i residenti, per i quali, all’interno del piano sosta varato il 6 giugno 2015 dall’Amministrazione Consales, era stata prevista l’eliminazione.

“Tra piazza Anime, via San Dioniso e via Santa Lucia (strade del centro storico confinanti tra loro, ndr) è sempre la stessa storia, a qualunque ora - continua, nel suo j’accuse, il lettore di BrindisiReport.it - piazza Anime, strisce blu e parcheggio non consentito ai residenti, è sempre quasi vuota, nelle altre due vie, tutte strisce bianche e gratuite, è diventato invece impossibile trovare un parcheggio. Io pago l’abbonamento e devo girare decine di minuti per trovare un posto, oltretutto “affumicando” le vie del centro più del dovuto”.

Insomma il nuovo piano parcheggio non ha trovato, come spesso succede, un plauso comune, molte le segnalazioni giunte in redazione che evidenziano come la scelta di non aver alternato lungo le strade stalli a pagamento, e preclusi ai possessori di pass, a stalli gratuiti, non sia stata, almeno per il centro storico, l’idea vincente.

Ma c’è anche chi, riguardo i pass residenti, lamenta un disservizio da parte della società responsabile (nel caso specifico la Brindisi Multiservizi, ndr): “Fino alla scorsa settimana ho chiesto informazioni riguardanti il rinnovo del pass a chi di dovere senza ricevere precise indicazioni - scrive a BrindisiReport.it una residente del centro cittadino - questo pomeriggio mi ritrovo un verbale di mancato pagamento del ticket orario, il pass era scaduto il 29 aprile”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Trovare un parcheggio? Ormai un'impresa". Lo sfogo di un residente del centro

BrindisiReport è in caricamento