Mesagne calcio, Sossio Aruta: “Smetto di giocare a 400 gol”

L’ex attaccante del Cervia e personaggio tv ha rimesso le scarpette per la società gialloblu con l’obiettivo del record personale

MESAGNE- Calciatore e personaggio tv, ex attaccante del Cervia, protagonista dei programmi televisivi più popolari (e discussi) “Campioni”, “Uomini e donne” e “Temptation Island”: Sossio Aruta, a quasi 50 anni, calca di nuovo il rettangolo verde. Perché? “Nella mia carriera ho realizzato 380 goal, sogno di arrivare ai 400 e poi smettere”. “Sto inseguendo questo record molto difficile – spiega Aruta – oggi ne avrei avuto uno in più se non avessi sbagliato un rigore”.

Sossio Aruta,  la video intervista

IMG_20200112_163638-2

Chi ha permesso ad Aruta di tornare in campo è stato l’ex patron della storica società Mesagne Calcio, Vincenzo Todisco, di origini campane come il suo nuovo bomber, che dopo la mancata iscrizione al campionato di Eccellenza ha acquistato la società dell’Atletico Veglie, militante nel campionato Prima Categoria girone C, e diventata a tutti gli effetti la squadra della città di Mesagne. E che, quindi, tra qualche mese tornerà a chiamarsi Mesagne Calcio.

“Quando mi è stato chiesto di dare una mano, sapevo cosa mi aspettava, ci dobbiamo salvare e quando si lotta per la salvezza, bisogna lottare fino all’ultima giornata. Si può perdere una battaglia, anche due, ma l’importante è vincere la guerra, riuscendo a guadagnarsi la salvezza a fine stagione",commenta in questi termini l’attaccante Aruta la sconfitta nella giornata di esordio del 12 gennaio contro il Monteroni.

Ma il ruggito lo fa sentire comunque come nei primi anni della sua carriera calcistica a Taranto, tra il 1992 e il 1995, “città in cui ho lasciato un ottimo ricordo per aver vinto il campionato, lo scudetto dilettanti. Sono stato capocannoniere per i tanti goal e mi ha fatto piacere ritornarci perché ho tantissimi amici", ci racconta dopo aver trovato l’amore al programma televisivo più famoso, Uomini e donne. “Come disse Gianni Sperti, se ce l’ho fatta io a trovare l’amore, la speranza è per tutti", ironizza Sossio, conosciuto per le sue doti di Casanova. "Con Ursula abbiamo avuto la bellissima Bianca che proprio ieri ha compiuto tre mesi”.

FB_IMG_1578896288629-3

E gli brillano gli occhi come quando ha ricordato il reality show ambientato nel mondo del calcio, “Campioni, il sogno”, in cui è stato allenato nel Cervia dal campione del mondo Ciccio Graziani: “È stato un anno fuori dalle regole, particolare. Eravamo una categoria dilettantistica di serie D ma come organizzazione eravamo di serie A", ricorda Sossio Aruta.

"Un’esperienza bellissima perché abbiamo avuto anche l’occasione di farci conoscere a livello nazionale. E anche se io avevo già la mia carriera alle spalle, mi sono fatto trascinare dallo stesso entusiasmo. Dovrebbero rifarla ancora, perché per un semplice calciatore è un’esperienza bellissima da fare. E poi ho conosciuto persone fantastiche tra cui il campione del mondo Ciccio Graziani e le risate si sprecavano con lui”.

Ma l’ex attaccante del Cervia ha anche militato “due anni ad Ascoli in serie C1 e sono stati anni meravigliosi. Peccato perché abbiamo sfiorato la serie B, ma ho un ottimo ricordo, sia delle tifoseria caldissima e piena d’amore, che della città fantastica”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Così, dopo Savoia, Cosenza, Benevento, Ascoli, Frosinone, Pescara, Fermana, Taranto e dopo il 2018 quando con il Tre Fiori (club di San Marino) aveva debuttato in Europa League, l’attaccante Sossio Aruta ha rimesso ufficialmente le scarpette per il Mesagne Calcio, pronto alla nuova avventura nel calcio dilettantistico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Traffico internazionale di sostanze stupefacenti: nove arresti

  • Coronavirus, nell'ospedale Melli cinque operatori sanitari e un paziente positivi

  • Covid-19, anche un ricercatore di Francavilla a caccia della cura

  • Appropriazione indebita: 31 auto sequestrate dalla polizia a Brindisi

  • Scontro fra due auto sulla provinciale: feriti un uomo e una donna

  • "Impossibile garantire distanziamento sociale", Carrisiland rinuncia alla stagione 2020

Torna su
BrindisiReport è in caricamento