menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Tristezza, film d'animazione della Pixar, Inside Out

Tristezza, film d'animazione della Pixar, Inside Out

Blue monday 2021, la storia del giorno più triste dell’anno

Bufala o no, ricorre il terzo giorno più nero del mese di gennaio e pare si basi su una precisa formula matematica. Ma niente paura, vi consigliamo anche come superare questa giornata

Se vi siete svegliati come Tristezza del film d’animazione Inside Out della Pixar, sappiate che oggi ricorre il noto Blue Monday, il giorno più triste dell’anno. E, dunque, vivetelo perché la tristezza fa parte di ognuno di noi e se facciamo di tutto per sopprimerla, si ingigantirà e ci farà stare peggio. Dobbiamo farci invadere dalla sensazione negativa che ci provoca, perché soltanto in questo modo riusciremo a controllarla e razionalizzarla. Facile, vero?

E pare sia tutto il frutto di una formula matematica. Non ci credete? Forse, avete ragione. Ma scopriamo come si è arrivati al Blue Monday

La storia del Blue monday

Le formule che determinano il Blue Monday vengono tradizionalmente attribuite a Cliff Arnall, psicologo affiliato all’università di Cardiff. Tuttavia, l’università ha preso le distanze da Arnall e nel corso del tempo è emerso che lo studio scientifico e le formule elaborate siano di fatto una bufala, creata ad hoc ad un’agenzia e poi fatte firmare – previo compenso – ad alcune persone per dare autorevolezza. Si è giunti alla conclusione, infatti, che il lunedì più triste dell’anno sia una trovata pubblicitaria del 2005, che si basava su uno studio senza nessun fondamento scientifico fatto firmare ad Arnall. La compagnia pubblicitaria dietro l’operazione in questione era la Sky Travel che, in quegli anni, decise di promuovere un’iniziativa per convincere i propri clienti che la loro tristezza del mese di gennaio aveva un fondamento scientifico, e dunque la si poteva combattere con una vacanza.

Il Blue Monday comparve, dunque, la prima volta all’interno di un comunicato stampa aziendale e successivamente fu ripreso da molte testate giornalistiche dandogli una presunta rilevanza scientifica. Lo stesso Arnall, tuttavia, confessò, a distanza di anni, di aver sottoscritto le conclusioni già preconfezionate dall’agenzia in cambio di un compenso. E sapete che esiste anche il giorno più felice dell’anno?

Il giorno più felice dell’anno

Sempre ad Arnall dobbiamo il calcolo che ha prodotto il giorno più felice dell’anno. Tale data cadde nel 2005 il giorno 24 giugno, nel 2006 il 23 giugno, nel 2008 il 20 giugno, nel 2009 il 19 giugno, e nel 2010 il 18 giugno. In maniera simile, ma in modo contrario, sembra che i motivi considerati dallo psicologo siano l’attività all’aperto, le relazioni sociali, la natura e la temperatura. Tuttavia, anche il giorno più felice dell’anno, in inglese Happiest Day, è considerabile una bufala. Fu infatti l’azienda di gelati Wall’s a pagare Arnall circa 1.650 sterline per avvalorare la creazione di questa giornata su base matematica.

Come superare il Blue Monday in piena pandemia da Covid-19

Trovata pubblicitaria, formula matematica o bufala, resta che il 19 gennaio, un po’ per il freddo che si abbatte sull’Italia, un po’ per il senso di colpa per qualche recente stravizio natalizio – cui si aggiungono, quest’anno, le pesanti incertezze dovute all’emergenza sanitaria e alla conseguente crisi economica – possiamo sprofondare nella tristezza e nella depressione. Ecco, allora, cinque semplici rimedi per tirarsi su, non solo oggi, ma tutto l’anno.

1. Sport e attività fisica all’aperto

Mens sana in corpore sano, dicevano gli antichi Romani. Una teoria suffragata, negli anni, da diversi studi scientifici, i quali hanno dimostrato che svolgere un’attività fisica ha un impatto decisamente positivo sul proprio stato d’animo. Con palestre e piscine chiuse per effetto della normativa anti-Covid, via libera a jogging e camminate sul lungomare per chi abita sulla costa, ma anche a giri in mountain bike e passeggiate in campagna per chi risiede nell’entroterra. Sempre con un occhio alle regole previste per l’attività sportiva in zona arancione.

2. Ascoltare la propria playlist preferita e improvvisare qualche passo di danza

Durante il lockdown della scorsa primavera, in tanti si sono dati al cosiddetto ‘home dancing’, seguendo lezioni di danza online o sintonizzandosi sulle dirette social delle star internazionali di zumba, country dance, pole dance. Il ballo, insieme all’amore per la musica, fa dimenticare i problemi e aiuta a lasciarsi andare.

3. Preferire cibi che aiutano a ridurre la stanchezza

Reduci dagli eccessi del periodo natalizio, in cima ai buoni propositi per l’anno nuovo abbiamo messo sicuramente la dieta. Tuttavia, quando fuori è freddo, è facile cedere alla tentazione di dolciumi e snack ipercalorici per distrarsi e colmare rapidamente l’appetito. Meglio optare, invece, per una manciata di mandorle (massimo 30 grammi). E poi, il pesce azzurro, ricco di Omega 3, importante per il funzionamento del cervello.

4. Praticare il ‘decluttering’, ovvero il magico potere del riordino

Si comincia gradualmente, liberando camera dopo camera e togliendo tutto ciò che non serve: oggetti, vestiti e persino mobili non più indispensabili, per lasciare libero spazio a pensieri freschi, idee, progetti e nuovi inizi.

5. Dedicare del tempo a sé stessi

Mai come oggi, può essere importante sfruttare la solitudine cui ci hanno costretto le restrizioni anti-Covid per ritagliarci un momento per noi stessi. Basterebbero, ad esempio, un bagno caldo e un paio di candele profumate al posto della solita doccia frettolosa, o una coccola profumata, come dedicare un minuto in più a un piacevole massaggio con la propria crema corpo preferita.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Scuola: il Tar sospende l'ordinanza regionale, si torna in aula

Attualità

Genitori e alunni contro la Dad: flashmob davanti alle scuole

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Un Romeo a quattro zampe, Willy attende l'amata sotto al balcone

  • social

    Mesagne, bando "Honestas": proclamato il vincitore

Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento