Sabato, 31 Luglio 2021
social

Mesagne, suor Vincenzina festeggia 100 primavere

È stata festeggiata tra l’affetto dei suoi cari, oggi ospite della struttura Sant’Antonio da Padova dove ha prestato servizio

MESAGNE- Nonostante ne siano trascorse 100 di primavere, il sorriso che infonde sicurezza e dolcezza è rimasto lo stesso di sempre: suor Vincenzina ha spento 100 candeline nella giornata di ieri, 28 giugno, tra l’affetto di alcuni familiari, del sindaco Toni Matarrelli, dei sacerdoti a lei più vicini e la madre generale della Congregazione con tutto il personale della struttura.

IMG-20210628-WA0030-2

All’anagrafe Cosima Antelmi, è nata a Ostuni da papà Vincenzo e da mamma Angelina, ultima di sei figli. Cresciuta ed educata all’amore verso il Signore e verso tutte le sue creature, in una famiglia molto religiosa, fin da giovanissima mostra i segni di vocazione speciale verso il Signore Gesù. Di indole gentile e di temperamento gioviale, Cosima conduce una vita serena e spensierata, legata molto alla figura paterna, di cui tuttora conserva il ricordo e ne racconta con emozione i momenti trascorsi in sua compagnia, quando: “…. seduti uno accanto all’altro, sugli scalini che portavano sul tetto del trullo, lui le cantava la sua canzoncina preferita…”

IMG-20210628-WA0029-2

A venti anni decide di abbracciare la vita religiosa. I suoi genitori all’inizio appaiono sconcertati da questa decisione, anche perché, essendo la più piccola, era l’unica figlia ad essere rimasta in casa ad occuparsi di tutto, ma in seguito saranno i primi ad accompagnarla nel suo percorso di vita, permettendole, con molti sacrifici, di studiare e diplomarsi presso la scuola magistrale.

IMG-20210628-WA0027-2

Nel 1943 fa il suo ingresso in noviziato, dopo un anno la sua prima professione di fede, e nel 1951 prende i voti perpetui ed entra a far parte della comunità della Congregazione delle suore oblate di S. Antonio da Padova.

Durante la sua lunga vita al servizio del prossimo prende a cuore soprattutto l’educazione e l’istruzione dei bimbi e dei giovani e si occupa, per più di quarant’anni, di insegnamento nelle scuole materne dei vari istituti per minori gestiti nei vari paesi dalla sua Congregazione. Molti dei suoi allievi hanno mantenuto i contatti con la loro maestra che ogni tanto riceve le loro visite.

Nel 2000 si è trasferita nella comunità di Mesagne, di cui è stata anche Madre Superiora, e dove si è occupata per alcuni anni della portineria della allora Casa di Riposo. Suor Vincenzina è tuttora ospite della rssa “S. Antonio da Padova”, dove viene accudita con amore dalle sue consorelle e da tutto il personale presente, e non disdegna di offrire ancora a tutti le sue perle di saggezza e suoi dolci sorrisi. “Preghiamo ogni giorno il Signore che ce la conservi ancora per molti anni così com’è”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mesagne, suor Vincenzina festeggia 100 primavere

BrindisiReport è in caricamento