rotate-mobile
social Ostuni

Le telecamere di "Bellissima Italia" mettono in mostra le tipicità del territorio

Il programma in onda su Rai2 ha trasmesso una puntata in cui sono emerse le bellezze di Ostuni, Cisternino e Ceglie Messapica

OSTUNI - Nel pomeriggio di oggi (10 dicembre), le telecamere della tv nazionale hanno raggiunto la provincia di Brindisi. Intorno alle ore 15:40, infatti, la trasmissione "Bellissima Italia", condotta da Fabrizio Rocca, ha mandato in onda su Rai2 una puntata girata in alcuni Comuni del territorio

Il viaggio alla scoperta delle tipicità locali è iniziato nella splendida Città Bianca

"Ostuni è un luogo di accoglienza, crocevia dei popoli. - Esordisce, intervistata da Rocca, la vicepresidente del Parco Dune Costiere Mariflo Magli - Qui sono passati i Messapi, che l'hanno fondata, e poi anche gli spagnoli. Le prime tracce di abitanti risalgono a 40.000 anni fa, nelle grotte della zona. - Prosegue - E' conosciuta come la Città Bianca, nome preso in relazione al tipico colore che la caratterizza, assunto per mezzo della calce. Quest'ultima è sempre stata utilizzata dal 1700 in poi per disinfettare la città, specialmente dopo i casi di peste".

"Cercando di immaginare quale potesse essere il prodotto che più rappresentasse Ostuni, abbiamo pensato che fosse la mandorla tondina. Si tratta di un prodotto particolare, chiamato così per la sua forma e valido per realizzare dei tipici dolcetti. - Conclude Magli - Un tempo, le maestre della pasta di mandorla erano le monache di clausura. Esse offrivano i dolci sulla ruota posta in prossimità di una finestra, realizzata per consentire alle ragazze madri di lasciare i loro bambini senza avere contatti con le suore". 

Il percorso è proseguito in città, dove l'agricoltore Antonio Capriglia ha illustrato il funzionamento di un orto periurbano, nato in epoca medievale sui resti di un antico villaggio messapico (IV - V sec. a.C.). 

Non poteva mancare il riferimento all'ottima enogastronomia locale. Il conduttore, infatti, ha gustato un vino rosso Ottavianello, autocnono della zona di Brindisi e consigliato da Pamela Pancosta, tecnico della promozione dei beni enogastronomici. 

La trasmissione "Bellissima Italia" ha omaggiato anche in altri due centri urbani vicini ad Ostuni, altrettanto caratteristici e ricchi di storia. Prima Cisternino, con le sue tipicità gastronomiche legate soprattutto alla cottura della carne; poi Ceglie Messapica, città con un centro storico pieno di vicoli e ricca di sapori autentici, oltreché terra di trulli e grotte carsiche. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le telecamere di "Bellissima Italia" mettono in mostra le tipicità del territorio

BrindisiReport è in caricamento