rotate-mobile
social

Turisti per un giorno grazie ai taxisti brindisini: la gioia dei ragazzi diversamente abili

L'iniziativa, rivolta agli ospiti del centro diurno "Oltre l'Orizzonte", è stata organizzata dall’associazione “Tutti Taxi per Amore”

BRINDISI - Nella giornata di ieri, 1 aprile,  i taxi brindisini hanno portato a passeggio i ragazzi diversamente abili del centro diurno Oltre l’Orizzonte di Brindisi.

Il tour ha previsto il passaggio per le vie principali della città. Incluse varie soste: alla polmare, alla polizia di Frontiera, alla cattedrale, e al santuario di Iaddico. L’evento è stato organizzato dall’associazione “Tutti Taxi per Amore”.

"Una giornata molto importante per i nostri ragazzi - spiegano gli operatori di Oltre l’Orizzonte - non solo per il luoghi che siamo andati a visitare, ma anche perché è stata data loro la possibilità di stare su un taxi".

"Inoltre, per un giorno, hanno potuto fare la vita da turisti a spasso per la città - Proseguono - Sembra poco, e probabilmente lo è; ma lo abbiamo fatto con gioia. E' stata una grande festa". 

Le foto della giornata su facebook

Il centro diurno Oltre l’Orizzonte, gestito dall’omonima cooperativa costituita nel 1992 insieme all’associazione Tutti Taxi per Amore, ha dedicato il festoso evento alla Giornata mondiale della consapevolezza sull'autismo che si celebra proprio oggi (2 aprile).

Da sempre Oltre l’Orizzonte è vicina all’Angsa (Associazione nazionale genitori soggetti autistici) e alle altre associazioni del territorio. Per questo motivo, i taxi sono stati addobbati con dei palloncini blu, la tonalità che rappresenta proprio la Giornata mondiale dell'Autismo.

La passeggiata per la città, inoltre, è stata resa possibile grazie alla collaborazione della polizia municipale di Brindisi, dell’Stp di Brindisi, della polizia di frontiera, e con il supporto dell’associazione Misericordia Brindisi. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Turisti per un giorno grazie ai taxisti brindisini: la gioia dei ragazzi diversamente abili

BrindisiReport è in caricamento