rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021
social

Viaggio nel Circolo Polare Artico: candidato anche un brindisino, serve il voto

C’è anche un brindisino tra i candidati al viaggio nel Circolo Polare Artico organizzato dall’associazione scandinava Fjällräven Polar, che si terrà tra il 9 e il 15 aprile 2018

BRINDISI – C’è anche un brindisino tra i candidati al viaggio nel Circolo Polare Artico organizzato dall’associazione scandinava Fjällräven Polar, che si terrà tra il 9 e il 15 aprile 2018. Si tratta di Giovanni Bruno, 31 anni, residente a Sesto San Giovanni, Milano, dipendente di una Multinazionale. Appassionato di sport estremi e avventure all’aria aperta.

I partecipanti, 20 provenienti da tutti gli Stati del pianeta, dovranno attraversare la tundra per 300 chilometri a bordo di slitte trainate da cani. Durante il viaggio campeggeranno sotto le stelle. La Fjällräven Polar ha aperto le candidature a tutto il mondo di cui due dell’area del Mediterraneo che include Italia, Francia, Spagna, Portogallo, Grecia, Turchia e Cipro.

Non è richiesta alcuna esperienza nel campo delle spedizioni polari: uno dei candidati verrà eletto attraverso i social, l'altro da una giuria in base alle motivazioni contenute nella lettera di candidatura. La spedizione partirà il 9 aprile da Signaldalen, in Norvegia, e terminerà sette giorni più tardi a Väkkäräjärvi, in Svezia. La candidatura del 31enne brindisino è affidata ai social, egli stesso e la sua famiglia, sul suo profilo Facebook hanno lanciato l’appello.

giovanni bruno circolo polare artico1-2

“Ciao amici, mi servirebbe il vostro aiuto per realizzare un sogno! Ho deciso di provare a prendere parte ad una spedizione che si terrà ad aprile, al Circolo Polare Artico! Sarà una traversata di 7 giorni, durante i quali 20 partecipanti (provenienti da tutto il mondo) percorreranno 300km a bordo della propria slitta trainata da cani. Aiutatemi ad essere uno di quei 20 fortunati! Votate il mio profilo alla pagina che trovate qui sotto, vi basterà cliccare sul tasto "Vote" ed effettuare l'accesso con Facebook (niente paura, è solo una questione di sicurezza per certificare il voto)”.

Giovanni Bruno da circa 5 anni pratica sport invernali insieme alla compagna e alle sue due “splendide migliori amiche”, due Siberian Husky di 7 e 2 anni, Yuki e Scarlett. “Tra le attività che pratichiamo ci sono lunghe passeggiate in montagna (trekking di livello medio alto), piccole spedizioni di qualche giorno con accampamento per la notte (tenda, sacco a pelo, ecc ecc) e la più bella di tutte, la slitta (sleddog in inglese)”. Racconta Giovanni contattato da BrindisiReport.

“Spesso, alle slitte trainate dai cani, vengono associati paesaggi del nord America (Alaska, Canada) oppure del nord Europa (Norvegia, Svezia, Finlandia) e si ha la convinzione che, certe attività, possano essere praticate solo in quelle zone. Invece no, anche in Italia, nel nostro piccolo, siamo una bella comunità di amici ed appassionati che fanno su e giù da Alpi, Dolomiti e Appennini con i loro fidati cani”.

giovanni bruno2-2

“So cosa si può pensare in merito a questo tipo di sport, 'poveri cani'. Lo so bene perché è esattamente la stessa identica cosa che pensavo io prima di iniziare. Niente di più sbagliato. Per i nostri amici pelosi è tutto divertimento, ve lo posso garantire. Si crea un legame speciale tra il musher (l'umano che guida la slitta) e il suo team (i cani). E' qualcosa di magico e difficile da spiegare a parole. Dietro c'è una lunghissima preparazione, mentale e fisica, sia del musher che dei cani...c'è un lavoro "estenuante" ma che riempie il cuore di soddisfazioni. Anche solo guardare i tuoi cani negli occhi, ad allenamento finito, vedere quella felicità per aver fatto un "buon lavoro", è fantastico”. Insomma l’avventura proposta dalla Fjällräven Polar sembra proprio adatta per il giovane brindisino, non resta che votarlo. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Viaggio nel Circolo Polare Artico: candidato anche un brindisino, serve il voto

BrindisiReport è in caricamento