rotate-mobile
Sabato, 22 Gennaio 2022
Speciale

Addetto alle pulizie, scoperto a forzare il self-service dei biglietti ferroviari: arrestato

OSTUNI – Addetto, quale dipendente di una ditta appaltatrice, alla manutenzione dei locali della stazione, si sarebbe dato alle “grandi pulizie”, prendendo di mira l’apparecchio per la distribuzione automatica dei biglietti ferroviari. Puntava ai soldi in cassa. Ma colto in flagranza, è stato tratto in arresto. In manette è finito un operaio brindisino di 54 anni: Salvatore Nigro. Nelle primissime ore del mattino, intorno alle ore 3,40, nell’ambito di specifici servizi finalizzati a prevenire e reprimere il fenomeno dei furti nell’ambito della zona industriale e della vicina stazione ferroviaria, gli agenti della squadra volante del Commissariato di Ostuni, allertati dal personale della Ferrovie, hanno colto sul fatto il cinquantaquattrenne, mentre era intento a forzare la macchina per la distribuzione automatica dei biglietti ferroviari (posta nell’ambito della sala biglietteria), al fine di impossessarsi del danaro contenuto all’interno dell’impianto di selfservice. In particolare, il malfattore, si stava impossessando di monete e banconote, dopo aver forzato ed aperto l’anta scorrevole del distributore.

OSTUNI - Addetto, quale dipendente di una ditta appaltatrice, alla manutenzione dei locali della stazione, si sarebbe dato alle "grandi pulizie", prendendo di mira l'apparecchio per la distribuzione automatica dei biglietti ferroviari. Puntava ai soldi in cassa. Ma colto in flagranza, è stato tratto in arresto. In manette è finito un operaio brindisino di 54 anni: Salvatore Nigro. Nelle primissime ore del mattino, intorno alle ore 3,40, nell'ambito di specifici servizi finalizzati a prevenire e reprimere il fenomeno dei furti nell'ambito della zona industriale e della vicina stazione ferroviaria, gli agenti della squadra volante del Commissariato di Ostuni, allertati dal personale della Ferrovie, hanno colto sul fatto il cinquantaquattrenne, mentre era intento a forzare la macchina per la distribuzione automatica dei biglietti ferroviari (posta nell'ambito della sala biglietteria), al fine di impossessarsi del danaro contenuto all'interno dell'impianto di selfservice. In particolare, il malfattore, si stava impossessando di monete e banconote, dopo aver forzato ed aperto l'anta scorrevole del distributore.

Colto in fallo dagli agenti. Il blitz dei poliziotti - coordinati dal Dirigente del Commissariato della Città bianca, Francesco Angiuli, è scattato proprio nel momento in cui l'uomo era all'opera. Dopo aver parcheggiato l'auto d servizio a debita distanza, per non dare nell'occhio,gli agenti avrebbero fatto irruzione all'interno dei locali della biglietteria, giungendo a pochi metri dal malfattore, immortalato proprio mentre si adoperava, con forza, per aprile l'apparecchiatura elettronica, utilizzando un grosso martello e scalpello acuminato.

Vistosi scoperto, Nigro avrebbe tentato una spericolata fuga lungo i binari. Ma immediatamente inseguito dagli agenti, veniva raggiunto e tratto in arresto. Con sé gli arnesi atti allo scasso e guanti in cuoio (antidolore).

Gli accertamenti maturati a margine dell'operazione, hanno con sentito di appurare l'attività dell'uomo, dipendente di una ditta incaricata di eseguire le pulizie all'interno delle stazioni ferroviarie. Lo stesso, per raggiungere la stazione di Ostuni e porre in essere il fato criminoso in questione, aveva utilizzato un mezzo aziendale (Fiat Doblò) della stessa impresa. Nella giornata odierna, Nigro avrebbe dovuto eseguire le operazioni di pulizia nella stazione di Ostuni, dalle ore 5 alle 10. La vettura aziendale è stata sottoposta a sequestro e sarà restituita alla ditta appaltatrice, assolutamente estranea ai fatti in questione. All'interno del mezzo aziendale, sono stati rinvenuti e sottoposti a sequestro anche ulteriori attrezzi atti allo scasso (martelli, scalpelli ed altro).

"Trenitalia", per mezzo di un funzionario della Direzione Regionale Puglia, ha sporto regolare denuncia.

Sul Posto, sono interventi gli agenti della Polizia Scientifica del Commissariato di Ostuni, per i relativi rilievi, nonché il personale degli Uffici Compartimentali e territoriali della Polizia Ferroviaria. Indagini sono tuttora in corso per appurare l'eventuale presenza di complici al fianco del cinquantaquattrenne brindisino.

Dapprima tradotto in commissariato, Nigro è stato poi associato presso il carcere di Brindisi, su disposizione del Sostituto Procuratore di turno presso il Tribunale di Brindisi, Pierpaolo Montinaro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Addetto alle pulizie, scoperto a forzare il self-service dei biglietti ferroviari: arrestato

BrindisiReport è in caricamento