rotate-mobile
Speciale San Donaci

“Addio Thomas”. E sei anni fa sull’asfalto morì anche il cugino

SAN DONACI - Il ricordo in lacrime degli amici, la disperazione dei familiari: frammenti di un lutto che ha segnato la Pasqua nella comunità di San Donaci, turbata e addolorata da una tragedia che ha spazzato via in un attimo i sogni e il futuro di un giovane agricoltore del posto. In tanti oggi pomeriggi, a partire dalle ore 16, hanno gremito la Chiesa di Santa Maria Assunta, per rendere l’estremo saluto a Thomas Valentini, il ventenne vittima sabato notte di un incidente stradale mentre faceva rientro a casa.

SAN DONACI - Il ricordo in lacrime degli amici, la disperazione dei familiari: frammenti di un lutto che ha segnato la Pasqua nella comunità di San Donaci, turbata e addolorata da una tragedia che ha spazzato via in un attimo i sogni e il futuro di un giovane agricoltore del posto. In tanti oggi pomeriggi, a partire dalle ore 16, hanno gremito la Chiesa di Santa Maria Assunta, per rendere l?estremo saluto a Thomas Valentini, il ventenne vittima sabato notte di un incidente stradale mentre faceva rientro a casa.

Parole di conforto, quelle pronunciate da don Costantino Baccaro, parrocco della Chiesa Matrice, che dal pulpito ha invitato i genitori e la sorella di Thomas, la sua giovanissima compagna, gli amici e i parenti a trovare nella fede la strada per reagire allo strazio, tornato prepotentemente a travolgere la famiglia Valentini, già provata da una analoga disgrazia: un altro, maledetto schianto, infatti, sei anni fa costò la vita a Cosimo Valentini, cugino di Thomas. Un destino atroce, che nel giorno di festa ha lasciato campo libero al dolore più profondo.

In tanti si sono stretti attorno alla sorella e ai genitori (Claudio e Antonella) di Thomas, per l?ultimo saluto.  A partire dalla tarda mattinata - ossia da quando la salma, su disposizione dell?autorità giudiziaria, è stata riconsegnata alla famiglia Valentini e trasferita dal personale dell?impresa funebre di Ernesto Caputo nella chiesa di Santa Maria Assunta - una folla commossa ha reso omaggio al diciannovenne.

Proseguono, intanto, le indagini per fare luce sul drammatico incidente. Thomas Valentini, aveva appena riaccompagnato a casa la sua fidanzata, a Salice Salentino, e stava facendo rientro a San Donaci. All?improvviso la disgrazia, lungo la provinciale Salice-San Donaci, in un tratto rettilineo, proprio alle porte del centro. La Fiat Coupé a bordo della quale viaggiava sarebbe uscita di strada, finendo rovinosamente la corsa contro su un albero di ulivo. Tra i primi soccorritori, ancne una Guardia giurata, che ha poi lanciato l'allarme.

Valentini è morto nel groviglio di lamiere. Vano il tentativo dei vigili del fuoco e dei soccorritori del 118, di strapparlo alla morte. Sul posto, per gli accertamenti di rito, sono intervenuti i carabinieri della locale stazione ed i vigili urbani del posto. Incerte le cause dell?incidente. Il medico legale, all'esito dell'autopsia, avrebbe accertato, tra le conseguenze del decesso, lo schiacciamento della scatola cranica e un'insufficienza respiratoria acuta.

Thomas Valentini lavorava col padre agricoltore, presso la masseria di famiglia, in contrada Mariana. Un ragazzo dedito all?attività agricola e zootecnica. Tanta forza di volontà e voglia di maturare da vendere. Nel cuore la sua ragazza, negli occhi un sorriso che un destino crudele ha inteso spegnere brutalmente, consegnandolo, indelebile, alla memoria di quanti lo hanno conosciuto e gli hanno voluto bene.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Addio Thomas”. E sei anni fa sull’asfalto morì anche il cugino

BrindisiReport è in caricamento