Alla scoperta di Torre Guaceto

BRINDISI - Tra ombrelloni, sagre e sedie a sdraio è ancora possibile trovare il silenzio, la pace e il respiro della natura più profondo e autentico? Si, basta cercarlo e regalarsi un tempo “di riserva”. Succede a Torre Guaceto, ogni giorno, dal mattino a notte, grazie ad un ricco programma di escursioni che sembra ricapitolare lo scorrere delle stagioni e il passaggio del tempo di un anno.

La riserva di Torre Guaceto

BRINDISI - Tra ombrelloni, sagre e sedie a sdraio è ancora possibile trovare il silenzio, la pace e il respiro della natura più profondo e autentico? Si, basta cercarlo e regalarsi un tempo "di riserva". Succede a Torre Guaceto, ogni giorno, dal mattino a notte, grazie ad un ricco programma di escursioni che sembra ricapitolare lo scorrere delle stagioni e il passaggio del tempo di un anno.

La riserva mette a disposizione il centro visite Al Gawsit nella Borgata di Serranova e l'Infopoint della spiaggia di Punta Penna Grossa, per prenotare e partire per il viaggio.

Per chi desidera non camminare a lungo, ogni giorno alle ore 10,11,15,16, parte "Il trenino del mare", che dalla spiaggia di Punta Penna Grossa raggiunge direttamente il promontorio della torre e i sentieri più interni. Una passeggiata verso il cuore del "luogo dell'acqua dolce" adatta a grandi e bambini, camminanti e non.

Per i più sportivi invece è possibile partecipare al Ciclotreking, un percorso in mountain bike che attraversa il paesaggio della riserva e incontra la sua comunità più autentica tra degustazioni di campagna e ulivi secolari per conoscere la faccia "agronomica" del Parco.

In giorni diversi invece, a seconda delle condizioni del mare, si svolge il Seawatching, un'esperienza accessibile anche ai meno esperti di snorkeling per conoscere i fondali incontaminati dell'area marina protetta. Accompagnati da un istruttore si visita la zona A della Riserva per scoprire che il Mar Rosso non è poi così lontano.

Ogni giorno è possibile anche visitare il Museo e le sale degli acquari mediterranei, dell'archeologia del Parco, delle tane e delle tracce di animali, proiezioni, ricostruzioni, storia... Un piccolo percorso sensoriale e multimediale di approfondimento della natura della Riserva.

Le novità di quest'anno sono le passeggiate al tramonto, la stagione degli odori, del fresco, della lentezza. Due diverse possibilità per scoprire il tramonto di Torre Guaceto: "In bici verso la torre", da Penna Grossa alla Torre, due ruote leggere verso il tramonto e l'antica Torre, e "L'erbario della macchia", una passeggiata attraverso miti, storie, leggende, profumi, racconti del tempo lontano.

La notte invece è il tempo della poesia, delle tartarughe marine, del viaggio "sentimentale". Si chiama "Le valigie dei fili invisibili" l'escursione notturna tra scienza e poesia. Con una valigia oggetto d'arte per ogni partecipante, con dentro tutto il necessario per un viaggio tra scienza e poesia, dal giorno alla notte, si parte alla ricerca dei fili invisibili che legano prati sottomarini e alberi secolari. Per tutti, grandi e bambini.

Non resta che farsi un regalo, quindi, e regalarsi un tempo "fuori dal tempo" a Torre Guaceto, in attesa degli attesi eventi estivi di agosto. Alla guida di tutti i percorsi le guide e animatori della cooperativa Thalassia.

Per informazioni e prenotazioni rivolgersi al CENTRO VISITE AL GAWSIT, Borgata Serranova Tel. 0831/989885 - 331/9277579.

www.cooperativathalassia.it - www.riservaditorreguaceto.it

In Evidenza

I più letti della settimana

  • La Puglia torna in zona gialla: "Ma non è liberi tutti". Cosa cambia da lunedì

  • Alessandro Cavallo è tra i cinque finalisti di "Amici di Maria De Filippi 2021"

  • Razzo spaziale cinese in caduta libera: potrebbe colpire la Puglia

  • Due incidenti in meno di un'ora sulla stessa strada. Auto cappottata e moto fuori strada

  • Trovato senza vita in casa e con ferite di arma da taglio: fermato un sospettato

  • Sale giochi e bingo non riaprono: a Brindisi la protesta dei lavoratori

Torna su
BrindisiReport è in caricamento