rotate-mobile
Lunedì, 4 Luglio 2022
Ambiente Ceglie Messapica

Acque di frantoio nella grotta

CEGLIE MESSAPICA – Invece di smaltire l'acqua di vegetazione delle olive secondo le procedure previste dalla legge la sversavano in una cavità carsica, inquinando il sottosuolo. Gli uomini della Forestale li scoprono e li denunciano. Nei guai, nella giornata di ieri, ci sono finiti due cittadini cegliesi: la proprietaria del terreno e il proprietario del frantoio e del trattore che faceva la spola tra oleificio e il campo dove venivano svuotate le botti piene di acque reflue.

CEGLIE MESSAPICA ? Invece di smaltire l'acqua di vegetazione delle olive secondo le procedure previste dalla legge la sversavano in una cavità carsica, inquinando il sottosuolo. Gli uomini della Forestale li scoprono e li denunciano. Nei guai, nella giornata di ieri, ci sono finiti due cittadini cegliesi: la proprietaria del terreno e il proprietario del frantoio e del trattore che faceva la spola tra oleificio e il campo dove venivano svuotate le botti piene di acque reflue.

Il terreno si trova in località Sant'Anna e ha una superficie di circa 25mila metri quadrati, è stato sequestrato insieme all'autobotte e al  trattore. Gli uomini del comando stazione del Corpo Forestale dello Stato di Ostuni hanno scoperto questo reato ambientale (molto comune tra i produttori di olio perchè elimina i costi necessari allo smaltimento secondo la legge)  nell'ambito di un servizio teso a scongiurare i fenomeni di inquinamento delle falde acquifere dovuti all?illecito smaltimento delle acque di vegetazione provenienti dai frantoi oleari, che dovrebbero essere utilizzate invece per fini agronomici.

Durante un controllo nelle campagne di Ceglie le guardie forestali hanno notato  una trattrice agricola con  autobotte che faceva sempre lo stesso percorso:  si sono appostati per accertare quello che stava accadendo fotografando nel frattempo tutti i movimenti di quel trattore. Poi sono entrati in azione scoprendo che l?autista sversava le acque di vegetazione in una cavità naturale del terreno, accuratamente occultata con rami, in modo che finissero nel sottosuolo.

Gli uomini della forestale hanno proceduto pertanto al sequestro della trattrice agricola, dell?autobotte nonchè dell?area interessata allo smaltimento delle acque avvenuto in violazione al decreto legislativo 152/2006 , il Testo Unico ambientale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Acque di frantoio nella grotta

BrindisiReport è in caricamento