rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Ambiente

Arriva la polvere lavica dell'Etna

BRINDISI – I forte vento da sud-sud-est sta portando anche sulla provincia di Brindisi le ceneri della recente eruzione dell’Etna, come dimostrano i depositi di polvere nerastra sui balconi, le verande e i terrazzi, ma anche in strada. Un fenomeno insolito che ha spinto molti a chiamare i Vigili del Fuoco per segnalare il fatto e chiedere spiegazioni. E il responsabile è stato indicato nel vulcano più famoso del Mediterraneo.

BRINDISI - I forte vento da sud-sud-est sta portando anche sulla provincia di Brindisi le ceneri della recente eruzione dell'Etna, come dimostrano i depositi di polvere nerastra sui balconi, le verande e i terrazzi, ma anche in strada. Un fenomeno insolito che ha spinto molti a chiamare i Vigili del Fuoco per segnalare il fatto e chiedere spiegazioni. E il responsabile è stato indicato nel vulcano più famoso del Mediterraneo.

Molti hanno pensato, come spesso accade, al carbonile scoperto della centrale Enel di Cerano, ma le cose non stanno così. Intanto il fenomeno si sarebbe dovuto manifestare anche altre volte con vento dalla medesima direzione e con la stessa intensità, poi la polvere nera non si sarebbe dovuta depistare nei centri abitati sopravvento alla centrale, cosa che invece sta accadendo.

Ieri l'Etna ha dato vita a una nuova eruzione di tipo stromboliano, la quinta in quattro giorni, con una forte attività esplosiva del nuovo cratere di Sud-Est con emissione di cenere lavica, accompagnata da fontane di magma alte centinaia di metri. Una colata si è spinta dalla frattura nella Valle del Bove. L'aeroporto di Catania è stato chiuso, a scopo precauzionale, dalle 19.34 alle 22, quando si è conclusa l'eruzione lampo.

Considerando che normalmente arrivano sin qui, con le forti sciroccate, le polveri sahariane (il particolato rossastro che troviamo sul pavimento dei balconi, detto anche fetch), che fanno impazzire i rilevatori di polveri sottili dell'Arpa, è abbastanza plausibile che ci arrivino anche le ceneri laviche dell'Etna se oò vento è favorevole. In ogni caso, il comando provinciale dei Vigili del Fuoco di Brindisi ha avvertito l'Arpa del fenomeno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arriva la polvere lavica dell'Etna

BrindisiReport è in caricamento