rotate-mobile
Ambiente Villa Castelli

Asilo sotto il ripetitore, Sel: "Meglio non abbassare la guardia, servono più dati"

VILLA CASTELLI - Continua a far discutere il caso dell’asilo nido comunale di Villa Castelli inaugurato a cento metri da un’antenna di telefonia mobile. Il segretario cittadino di Sinistra ecologia e libertà, Pino Ciraci, uno dei firmatari della denuncia pubblica tramite cui le forze politiche di opposizione hanno chiesto la verifica dell’eventuale nocività di questa vicinanza.

VILLA CASTELLI - Continua a far discutere il caso dell'asilo nido comunale di Villa Castelli inaugurato a cento metri da un'antenna di telefonia mobile. Il segretario cittadino di Sinistra ecologia e libertà, Pino Ciraci, uno dei firmatari della denuncia pubblica tramite cui le forze politiche di opposizione hanno chiesto la verifica dell'eventuale nocività di questa vicinanza.

"Qualche giorno addietro si sono confrontati esperti di elettrosmog a Pietrasanta, esponendo di quanto e come la presenza sul territorio di onde elettromagnetiche possa influire sulla salute dei cittadini", riferisce il segretario, che prosegue: "Si è parlato anche dei poteri di contrasto delle amministrazioni pubbliche. Fra i relatori c'era il professore Gino Levis, consulente dell'Organizzazione Mondiale della Sanità: i limiti di legge sulle emissioni degli elettrodotti, ha ricordato Levis, sono stati cancellati. Sebbene sul fronte medico ci siano dati preoccupanti sulle patologie tumorali legate all'uso esagerato di cordless e cellulari. L'impegno delle amministrazioni locali, a tutela dei cittadini, potrebbe essere maggiore".

Dopo queste dichiarazioni Sinistra ecologia e libertà di Villa Castelli ha consigliato di spostare l'antenna per evitare i bio-effetti, ed ha successivamente appoggiato la denuncia di altre forze politiche sul problema dell'asilo nido, ma pur valutando l'ipotesi di un esposto all'autorità giudiziaria, ha creduto che più utile potesse essere "il confronto essere civile e costruttivo" con l'amministrazione.

Ciò premesso, Ciraci replica alle dichiarazioni del vicesindaco Giovanni Barletta e alle dichiarazioni dell'assessore Alò che rassicuravano sulla presunta nocività, opponendo i risultati del tutto tranquillizzanti dei rilievi commissionati all'Agenzia regionale per l'ambiente, sottolineando la necessità di ottenere dallo stesso Dap Arpa di Brindisi "maggiori informazioni".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Asilo sotto il ripetitore, Sel: "Meglio non abbassare la guardia, servono più dati"

BrindisiReport è in caricamento