rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021
Ambiente

Bonifiche del Seno di Ponente in dirittura d'arrivo: dal 15 tra base Marina e Lega navale

BRINDISI – Si avvia verso la fase finale il primo intervento di bonifica del Seno di Ponente del porto di Brindisi, appaltato dall’Autorità Portuale alla società Cillarese Scarl, composta da Teseco di Pisa e Vittadello di Padova. Dal 15 dicembre la Capitaneria di Porto ha autorizzato l’inizio dei lavori di dragaggio in un tratto compreso tra la banchina Garibaldi e la banchina de Revel sul versante della base della Marina Militare, all’intera estensione della Lega Navale Italiana sulla sponda opposta, incluso un tratto del banchina mento via Vespucci.

BRINDISI - Si avvia verso la fase finale il primo intervento di bonifica del Seno di Ponente del porto di Brindisi, appaltato dall'Autorità Portuale alla società Cillarese Scarl, composta da Teseco di Pisa e Vittadello di Padova. Dal 15 dicembre la Capitaneria di Porto ha autorizzato l'inizio dei lavori di dragaggio in un tratto compreso tra la banchina Garibaldi e la banchina de Revel sul versante della base della Marina Militare, all'intera estensione della Lega Navale Italiana sulla sponda opposta, incluso un tratto del banchina mento via Vespucci.

La draga della Cillarese Scarl sta escavando i primi 50 centimetri di sedimenti di fondale, costituiti da decenni di scarichi abusivi fognari e di acque di lavorazione. Presumendo che non vi siano più immissioni illegali, con la bonifica si risanerà la parte più inquinata del porto interno su cui si affaccia la parte antica della città. Si tratta di un intervento che l'Authority ha finanziato con circa 32 milioni di euro provenienti da fonti diverse. Il consorzio che sta conducendo i lavori ha dovuto realizzare in due ex capannoni Saca (quelli che si affacciano sulla foce del Cillarese) un grande impianto coperto di trattamento ed essicazione dei fanghi di dragaggio, che poi vengono avviati come rifiuti speciali verso una discarica autorizzata nel Tarantino.

A questo punto, è possibile che le bonifiche della parte più orientale del Seno di Ponente si concludano entro l'estate del 2011. In attesa che l'Autorità portuale, la Provincia o il Comune possano concorrere a nuove assegnazioni per portare gli interventi di bonifica a coprire l'intera area dello stesso Seno di Ponente. Preliminarmente ai dragaggi, sono state compiute ispezioni subacquee per individuare eventuali relitti o ordigni bellici inesplosi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bonifiche del Seno di Ponente in dirittura d'arrivo: dal 15 tra base Marina e Lega navale

BrindisiReport è in caricamento