Brindisi Lng: "Continueremo a sponsorizzare ogni iniziativa che riteniamo utile"

Riceviamo e pubblichiamo una nuova nota di Brindisi Lng, ma questa volta senza replicare perchè riteniamo esaustiva la nostra prima risposta sul paragone Brindisi-Barcellona, e anche perchè l'intervento riguarda un articolo -da noi pubblicato- di una terza persona perfettamente in grado di ribattere. Sarebbe tuttavia importante se il confronto potesse allargarsi: da un lato a chi sostiene che il rigassificatore non intralcerebbe altri progetti di sviluppo del porto (il problema infatti non è quello dei tempi di attracco di una gasiera, ma è ben più complesso, come tutti sappiamo molto bene), quindi a pareri di natura urbanistica e programmatoria e non tecnico-portuali, e viceversa a chi è convinto che l'impianto della British Gas sia un'operazione commerciale utile quasi esclusivamente alla stessa società e non a Brindisi.

Enrico Monteleone

Riceviamo e pubblichiamo una nuova nota di Brindisi Lng, ma questa volta senza replicare perchè riteniamo esaustiva la nostra prima risposta sul paragone Brindisi-Barcellona, e anche perchè l'intervento riguarda un articolo -da noi pubblicato- di una terza persona perfettamente in grado di ribattere. Sarebbe tuttavia importante se il confronto potesse allargarsi: da un lato a chi sostiene che il rigassificatore non intralcerebbe altri progetti di sviluppo del porto (il problema infatti non è quello dei tempi di attracco di una gasiera, ma è ben più complesso, come tutti sappiamo molto bene), quindi a pareri di natura urbanistica e programmatoria e non tecnico-portuali, e viceversa a chi è convinto che l'impianto della British Gas sia un'operazione commerciale utile quasi esclusivamente alla stessa società e non a Brindisi.

"E' proprio vero che non c'è miglior cieco di chi non vuol vedere. E' questa la sintesi migliore a commento delle parole espresse in libertà dal Sig. Sciarra.

E' davvero incredibile, e questo sì "sconcertante", che oggi si mettano in discussione le attività di comunicazione e di sponsorizzazione di una società che intende sviluppare un dialogo aperto e trasparente con la città. La Brindisi LNG ribadisce con convinzione la sua decisione di sponsorizzare lo SNIM così come, il sig. Sciarra si rassegni, qualsiasi altra iniziativa di pari levatura che si pone l'obiettivo di valorizzare lo sviluppo di Brindisi. Ed in tal senso si legge la nostra sponsorizzazione del Salone Nautico. Sponsorizzazione che tra l'altro ha avuto un pieno successo come dimostrano le centinaia di persone che si sono avvicendate nel nostro stand e le quasi 200 persone che hanno assistito al nostro convegno sul rigassificaotore e il Porto.

La nostra presenza allo Snim ha dimostrato che tra rigassifictore e sviluppo, rigassificatore e turismo, rigassificatore e crescita della città c'è perfetta compatibilità come dimostrano esempi in giro per il mondo e il caso di Barcellona è solo quello più vicino a noi.

Giovedì scorso il Sig. Sciarra aveva la splendida possibilità di partecipare al dibattito sul rigassificatore e il porto di Brindisi. C'erano tante persone, studenti, cittadini, rappresentanti delle principali associazioni e dei sindacati. Quale migliore occasione per avanzare domande o esprimere dubbi. Eppure il sig. Sciarra non si è visto. Il motivo è presto detto: di fronte ai dati, ai fatti, alle testimonianze concrete non bastano gli insulti, occorrono i ragionamenti e le competenze tecniche del tutto assenti in chi preferisce barricarsi dietro trincee ideologiche, paraocchi casalinghi e slogan triti e ritriti.

In quanto alle ironie di qualcuno che ha definito non confrontabile la realtà del porto di Barcellona con quella di Brindisi, ebbene viene smentito proprio dalla realtà dei fatti e dalla conformazione dei due porti. La presenza del Montjuic non c'entra niente con il tema della navigabilità e sicurezza del porto e del traffico industriale, commerciale e turistico, traffico che si riversa, a Barcellona come a Brindisi, in un unico canale di navigazione senza creare alcun problema o blocco al traffico stesso. Se il sig. Sciarra e chi come lui, piuttosto che preferire il pregiudizio all'umiltà del confronto, avesse partecipato anche solo come spettatore al nostro evento, avrebbe appreso non dalla società ma dagli stessi piloti del porto di Brindisi che l'operatività del porto non verrà minimamente danneggiata dal traffico annuale delle metaniere.

Il successo dell'iniziativa e il consenso ricevuto ci spingono a confermare la nostra volontà di dialogo con la cittadinanza attraverso l'organizzazione di altri momenti di confronto su temi di interesse della collettività brindisina".

Ing. Enrico Monteleone Direttore Generale Brindisi LNG

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
BrindisiReport è in caricamento