Campagne sempre più inquinate e nessuno interviene

Anche le campagne di Torchiarolo, così come quelle di San Pietro e di molti altri Comuni del Brindisino dove gli inquinatori hanno vita facile, versano in totale stato di degrado

TORCHIAROLO – Anche le campagne di Torchiarolo, così come quelle di San Pietro e di molti altri Comuni del Brindisino dove gli inquinatori hanno vita facile, versano in totale stato di degrado. Sono disseminate di spazzatura. Tra gli ulivi, a ridosso dei vigneti, nei campi incolti e intorno al sito archeologico Valesio, ci sono rifiuti di ogni genere: sacchetti pieni di materiale di risulta, materassi, scarti di edilizia, lastre di amianto, resti di mobilio, uno schiaffo alla Natura e alle future generazioni. Eppure anche a Torchiarolo il ritiro dei rifiuti viene effettuato a domicilio e, soprattutto, c’è un Centro di raccolta comunale che funziona in modo efficiente. Si trova in contrada “Curti delle Donne”, lungo la via Madonna delle Grazie, subito dopo l’ex macello, tra Torchiarolo e Lendinuso. E’ aperto dal lunedì al sabato secondo un orario prestabilito.

C’è anche un numero verde (che funziona) dove prenotare il ritiro degli “ingombranti”. Proprio quel materasso (tanto per fare un esempio) che come mostrano le foto a corredo di questo articolo, inviate da un lettore, Nicola Serinelli, ex sindaco di Torchiarolo, è stato abbandonato in un uliveto.

Non c’è giustificazione a questi comportamenti. La colpa è sicuramente dei cittadini incivili ma anche di chi non vigila e non punisce chi inquina. Le risorse a disposizione delle amministrazioni sono poche (sia in termini economici che di personale), ma se manca il buonsenso da parte di chi vive il territorio bisogna intervenire e fermare questo fenomeno che mette a serio rischio la salute pubblica. Servono fototrappole e forse anche le ronde di cittadini, quelle stesse ronde che per mesi hanno pattugliato giorno e notte gli uliveti per impedire le eradicazioni. Serve collaborazione e tolleranza zero da parte di tutti nei confronti di chi inquina.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo appuntamento con la pulizia dell'arenile: cittadini invitati

Torna su
BrindisiReport è in caricamento