Giovedì, 28 Ottobre 2021
Ambiente

Consiglio energia: "Grave se Vendola assente"

BRINDISI – “Un gesto offensivo nei confronti della città”. E’ così che il capogruppo di “Brindisi bene comune”, Riccardo Rossi, definisce l’eventuale assenza del presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola, al consiglio comunale monotematico sull’Energia convocato per il 24 gennaio.

BRINDISI - "Un gesto offensivo nei confronti della città". E' così che il capogruppo di "Brindisi bene comune", Riccardo Rossi, definisce l'eventuale assenza del presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola, al consiglio comunale monotematico sull'Energia convocato per il 24 gennaio. La defezione di Vendola si aggiungerebbe a quella dell'assessore regionale all'Ambiente, Salvatore Nicastro, che quest'oggi ha comunicato di non poter essere presente alla seduta.

"Riteniamo grave - afferma Rossi in una nota - la decisione dell'assessore all'Ambiente Nicastro di non intervenire in consiglio comunale a Brindisi, anche perché tale invito gli è stato recapitato con largo anticipo rispetto alla data del 24 gennaio. La città di Brindisi vive una emergenza sanitaria ed ambientale drammatica".

"E' la città italiana - prosegue Rossi - con il più grande polo energetico ed è sicuramente la capitale d'Italia del carbone con le sue due centrali termoelettriche e le quasi otto milioni di tonnellate di carbone che vengono bruciate ogni anni". Rossi si domanda se di fronte all'emergenza ambientale, Nicastro, "che da un anno - dichiara il leader di Bbc - firma ordinanze con le quali impone lo sversamento dei rifiuti di 20 Comuni del Barese a Brindisi nella discarica di Autigno", non senta la necessità di "confrontarsi con il consiglio comunale, la massima istituzione cittadina rappresentativa di tutta la città".

"Non sente la necessità - si chiede inoltre Rossi - di farci sapere cosa la regione intende fare per ridurre drasticamente il consumo del carbone a Brindisi ed avviare una riconversione a gas della centrale di Cerano, che molti anche in regione ritengono indispensabile?" Domande analoghe vengono poste anche al presidente Vendola, che ancora non ha fatto sapere se parteciperà alla seduta del consiglio monotematico.

La presenza del governatore, a detta di Rossi, sarebbe doverosa soprattutto alla luce della "sua dichiarazione per una riapertura dell'Aia per la centrale Enel di Cerano al fine di valutare il danno sanitario prodotto dalla centrale. Come Brindisi Bene Comune - conclude Rossi - riterremo un gesto offensivo nei confronti dell'intera città l'assenza del presidente Vendola e dell'assessore Nicastro nel consiglio comunale del 24 gennaio".

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Consiglio energia: "Grave se Vendola assente"

BrindisiReport è in caricamento