Differenziata in città: plastica in lieve calo, carta e vetro sulla media

BRINDISI - Un lieve calo negli ultimi mesi dell’anno c’è, ma complessivamente il dato sulla raccolta differenziata – per qualsiasi materiale di riferimento – si assesta secondo la media. Si temeva un calo drastico, anche alla luce dei problemi che avevano riguardato il settore rifiuti e in vista del passaggio di consegne tra il vecchio e il nuovo gestore (avvenuto comunque a marzo 2010), ma sostanzialmente i numeri dell’anno passato restano ancora buoni, fatta naturalmente qualche eccezione.

BRINDISI - Un lieve calo negli ultimi mesi dell'anno c'è, ma complessivamente il dato sulla raccolta differenziata - per qualsiasi materiale di riferimento - si assesta secondo la media. Si temeva un calo drastico, anche alla luce dei problemi che avevano riguardato il settore rifiuti e in vista del passaggio di consegne tra il vecchio e il nuovo gestore (avvenuto comunque a marzo 2010), ma sostanzialmente i numeri dell'anno passato restano ancora buoni, fatta naturalmente qualche eccezione.

Il vetro parte male per poi recuperare a metà dell'anno, un altro calo a ottobre mentre per gli ultimi due mesi il dato non è perevenuto: 147.620 kg a gennaio; 252.320 a febbraio; 275.200 a marzo; 267.570 ad aprile; 255.450 a maggio; 939.720 a giugno; 267.660 a luglio; 294.300 ad agosto; 287.650 a settembre; 131.120 a ottobre, per un totale (ma mancano appunto due mesi) di 3.118.610.

In piena media il dato sui rifiuti urbani misti: 3.534.600 kg a gennaio; 3.111.700 a febbraio; 3.445.680 a marzo; 3.606.240 ad aprile; 3.778.840 a maggio; 3.853.900 a giugno; 4.103.580 a luglio; 3.971.720 ad agosto; 3.856.940 a settembre; 3.916.240 a ottobre; 3.659.360 a novembre; 3.800.340 a dicembre, per un totale di 44.644.440 kg.

La plastica inizia con un 112.104 kg a gennaio; 93.405 a febbraio; 86.691 a marzo; 97.344 ad aprile; 108.474 a maggio; 103.197 a giugno; 111.567 a luglio; 110.988 ad agosto; 88.640 a settembre; 99.414 a ottobre; 117.492 a novembre; 102.132 a dicembre, per un totale 1.232.614 kg.

La carta, invece, aumenta proprio negli ultimi mesi dell'anno: 204.230 kg a gennaio; 211.718 a febbraio; 196.500 a marzo; 220.646 ad aprile; 246.874 a maggio; 233.813 a giugno; 252.885 a luglio; 251.573 ad agosto; 203.195 a settembre; 226.338 a ottobre; 266.315 a novembre; 291.499 a dicembre, per un totale di 2.793.698 kg.

Anche il dato sull'acciaio è piuttosto omogeneo: 7.478 kg a gennaio; 6.227 a febbraio; 6.779 a marzo; 6.490 ad aprile; 7.232 a maggio; 6.880 a giugno; 7.438 a luglio; 7.399 ad agosto; 5.976 a settembre; 6.626 a ottobre; 7.833 a novembre; 6.696 a dicembre.

Infine, il legno, che dopo le punte massime nel cuore dell'anno precipita a dicembre: 26.620 kg a gennaio; 28.260 a febbraio; 24.720 a marzo; 40.900 ad aprile; 32.300 a maggio; 29.520 a giugno; 26.890 a luglio; 22.600 ad agosto; 24.740 a settembre; 27.410 a ottobre; 25.670 a novembre; 13.720 a dicembre.

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
BrindisiReport è in caricamento