rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Ambiente

Fare Verde, un vero "Mare d'Inverno"

BRINDISI – Si sono armati di sciarpa, cappello, guanti e rastrelli e sono andati a ripulire la spiaggia dai rifiuti dell’ex Lido poste a Brindisi. I volontari di Fare Verde Puglia domenica 6 febbraio nel pieno di un’autentica tempesta e con una temperatura da brividi hanno svolto la “caccia… ai rifiuti” nell’ambito della manifestazione nazionale “Il Mare d’inverno” con il patrocinio della città di Brindisi e il supporto della Monteco.

BRINDISI - Si sono armati di sciarpa, cappello, guanti e rastrelli e sono andati a ripulire la spiaggia dai rifiuti dell'ex Lido poste a Brindisi. I volontari di Fare Verde Puglia domenica 6 febbraio nel pieno di un'autentica tempesta e con una temperatura da brividi hanno svolto la "caccia? ai rifiuti" nell'ambito della manifestazione nazionale "Il Mare d'inverno" con il patrocinio della città di Brindisi e il supporto della Monteco.

Trenta i volontari di Fare Verde Puglia, Nuova Italia Brindisi, Asiciao - Exuvia e Asiciao - Laboratorio d'Arte Evo che hanno dato vita alla diciottesima edizione de "Il Mare d'Inverno" e che ieri sono andati sulla costa brindisina per ripulirla dai rifiuti. Dalle bottiglie alle cassette in legno, per poi passare a raccogliere flaconi e diversi rifiuti in plastica sulla spiaggia abbandonata, soprattutto in questo periodo e lontano dall'attenzione delle amministrazioni locali.

"Quella di Fare Verde Puglia" - ha dichiarato uno dei responsabili - non è voluta essere una pulizia per preparare il litorale all'arrivo dei bagnanti ma per ricordare che il mare e le spiagge non esistono solo con l'arrivo della stagione estiva e subiscono l'inquinamento dell'uomo per 12 mesi l'anno".

Al termine della giornata passata a raccogliere rifiuti sotto le intemperie del cielo, i volontari brindisini, hanno stilato una "classifica" dei rifiuti più frequenti, rinvenuti e raccolti per individuare quali siano le cause e le fonti d'inquinamento e degrado del litorale. In totale sono stati raccolti 25 sacchi di rifiuti, dalla plastica al vetro, dal legno al polistirolo, un oggetto che sta avanzando nuovamente nei rifiuti sulle spiagge - così come si evince dalle classifiche nazionali - il cotton fioc in plastica; un dato questo che l'associazione Fare Verde Puglia pensava fosse ormai superato visto che dal 2001 la legge ne vieta la commercializzazione.

I volontari delle associazioni chiedono urgenti interventi legislativi che vietino l'uso e getta, favorendo il "vuoto a rendere" per gli imballaggi degli alimenti e detersivi, unica strada percorribile per tutelare seriamente l'ambiente.

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fare Verde, un vero "Mare d'Inverno"

BrindisiReport è in caricamento