rotate-mobile
Ambiente

I "No al carbone" con la torta al Comune: "Un anno di silenzio sulle convenzioni"

BRINDISI – Sulle pareti all'ingresso di Palazzo di Città, Mennitti, Ferrarese e Vendola sono paragonati – con tanto di fotomontaggio – alle tre scimmiette, quelle che “dopo un anno di silenzio” (è scritto sul volantino) non vedono, non sentono e non parlano, nel senso che non hanno ancora ripreso gli incontri per discutere delle convenzioni con l'Enel.

BRINDISI - Sulle pareti all'ingresso di Palazzo di Città, Mennitti, Ferrarese e Vendola sono paragonati - con tanto di fotomontaggio - alle tre scimmiette, quelle che "dopo un anno di silenzio" (è scritto sul volantino) non vedono, non sentono e non parlano, nel senso che non hanno ancora ripreso gli incontri per discutere delle convenzioni con l'Enel.

Per questo motivo, l'ultima provocazione dei ragazzi di "No al carbone" è stata quella di presentarsi questa mattina davanti ai cancelli del Comune con una torta alla panna con bignè e una candelina. "Sì, per celebrare un anno esatto dall'ultima riunione sulle convenzioni".

Pur essendo stata annunciata, la visita del gruppo "No al carbone" ha suscitato curiosità sia tra i dipendenti del Comune sia tra i passanti, che si sono fermati per chiedere il motivo di questo "dolcissimo" fuori programma. I ragazzi che da sempre si battono per le questioni ambientali della città (Enel e rigassificatore su tutti, giusto per citare qualche esempio) hanno così potuto dire la loro: "E' passato un anno - hanno affermato -, e la politica continua a tacere. Ma i brindisini hanno il diritto di sapere se e come si stanno evolvendo le cose".

"Noi rispettiamo il lavoro della magistratura - hanno poi detto alludendo al provvedimento di sequestro che ha riguardato proprio ieri mattina le torce di sicurezza del Petrolchimico -, ma non è possibile che in questa città la tutela dell'ambiente possa essere delegata esclusivamente a Digos e giudici. Anche la comunità brindisina, e quindi anche la politica, dovrebbero manifestare una certa sensibilità su certe tematiche, che riguardano la salute di tutti".

"Come per ogni compleanno che si rispetti - hanno scritto i manifestanti in una nota stampa, non prima di aver affisso un maxi-striscione di protesta al Comune - ai festeggiati è stato offerto un pezzo di torta, accompagnata da una richiesta formale concernente la programmazione di un Consiglio monotematico sul tema-convenzioni, atto ad informare la città su cosa nella fattispecie le istituzioni, a quanto dicono, si apprestano a firmare. Brindisi e i brindisini hanno il diritto di sapere".

Alcuni rappresentanti di "No al carbone" sono stati ricevuti dal presidente del Consiglio comunale Giampiero Pennetta per inoltrare la richiesta della seduta monotematica. "Prendo atto - ha risposto Pennetta -, e personalmente mi attiverò per informare i capigruppo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I "No al carbone" con la torta al Comune: "Un anno di silenzio sulle convenzioni"

BrindisiReport è in caricamento