rotate-mobile
Lunedì, 24 Gennaio 2022
Ambiente

Il pesce luna di Lido Risorgimento

BRINDISI - E' un esemplare giovane, il pesce luna trovato spiaggiato e privo di vita nella zona di Punta Penne, costa a nord della città di Brindisi. Pesava 15-18 chili per una lunghezza inferiore al metro. Era sulla battigia di Lido Risrgimento, al confine con l'ex Lido Poste. Il personale Monteco era sul posto già prima delle 7, dopo la comunicazione ricevuta nella prima serata di ieri dalla Capitaneria di Porto.

BRINDISI - E' un esemplare giovane, il pesce luna trovato spiaggiato e privo di vita nella zona di Punta Penne, costa a nord della città di Brindisi. Pesava 15-18 chili per una lunghezza inferiore al metro. Era sulla battigia di Lido Risrgimento, al confine con l'ex Lido Poste. Il personale Monteco era sul posto già prima delle 7, dopo la comunicazione ricevuta nella prima serata di ieri dalla Capitaneria di Porto.

Per la rimozione dell'esemplare, è stato atteso l'arrivo del servizio veterinario della Asl. Le ragioni dello spiaggiamento non si conoscono. La carcassa presentava la distruzione dei tessuti dell'occhio destro ma probabilmente si tratta dell'azione di fauna marina o dei gabbiani, respinti dalla pelle spessa e coriacea del pesce luna.

Il rinvenimento va inquadrato comune nella serie di spiaggiamenti di cetacei e testuggini che si registrano da oltre un mese sulla costa del Canale d'Otranto tra Brindisi e Tricase. Una spiegazione scientifica del fenomeno tocca ovviamente a biologi marini e veterinari. Per un brindisino abituato tutte le mattina a passeggiare lungo il litorale, come Antonio "e basta", il caso è insolito ma non raro. "Le mareggiate portano a riva di tutto", racconta. "Io ho trovato anche una cernia di 18 chili, una volta".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il pesce luna di Lido Risorgimento

BrindisiReport è in caricamento