rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022
Ambiente

In azione la torcia di emergenza

BRINDISI - Torcia di emergenza di Polimeri Europa ripetutamente in funzione questa mattina a Brindisi, mentre si cerca di apprendere se ciò sia dovuto ad un malfunzionamento dell'impianto di cracking, cui è collegata la candela di Torre Cavallo, oppure se si tratti di un blocco dell'impianto dovuto ad un black-out.

BRINDISI - Torcia di emergenza di Polimeri Europa ripetutamente in funzione questa mattina a Brindisi, mentre si cerca di apprendere se ciò sia dovuto ad un malfunzionamento dell'impianto di cracking, cui è collegata la candela di Torre Cavallo, oppure se si tratti di un blocco dell'impianto dovuto ad un black-out.

Mentre recentemente, alla scadenza del termine fissato per il 14 luglio, l'altra grande azienda coinsediata nello stabilimento petrolchimico, Basell, aveva ottenuto dalla magistratura il dissequestro dei sistemi di emergenza per sopravvenuto adeguamento alle prescrizioni tecniche imposte dalla Procura della Repubblica di Brindisi, le torce di Polimeri Europa sono ancora sotto sequestro e alla società del gruppo Eni il pm ha concesso una proroga dei termini di adeguamento, poichè - a diffenza di Basell - la stessa Polimeri Europa non ha ancora ricevuto l'Aia e non ha potuto chiedere una integrazione per i lavori di realizzazione di un termossidatore.

Il sequestro era intervenuto nel 2010 a seguito delle indagini della Digos e delle verifiche condotte dal consulente tecnico della procura, che avevano accertato - oltre ad una serie di carenze degli impianti già rilevate anche da Arpa Puglia - che Polimeri utilizzava il sistema di emrgenza come termodistruttore di reflui di lavorazione in assenza di qualsiasi autorizzazione, immettendo in atmosfera i fumi di tali processi. Il fenomeno rilevato ripetutamente dal 2007 sino al momento del sequestro di accensioni anomale delle torce di emergenza - che dovrebbero funzionare solo in casi di blocco degli impianti per evitare rischi di incidenti - era stato il punto di avvio dell'inchiesta.

Negli ultimi mesi le torce hanno continuato ad accendersi, ma tutto viene monitorato dagli investigatori, mentre Polimeri utilizza un permesso provvisorio della Provincia per l'utilizzo del sistema, in attesa della effettuazione dei prescritti lavori.

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In azione la torcia di emergenza

BrindisiReport è in caricamento