Inquinatore? Un click e arriva la multa

MESAGNE – Se sgarri ti immortalo. E poi ti multo. E’ la linea adottata a Mesagne contro coloro che si rendono responsabili di abbandono di rottami e rifiuti speciali ovunque, e nel coso in questione all’esterno dell’isola ecologica e dell’ex mattatoio, dove l’area è videosorvegliata. Da qui identificazioni e sanzioni da parte dei vigili urbani.

Un inquinatore fotografato dopo aver abbandonato rottami all'ex mattatoio

MESAGNE - Se sgarri ti immortalo. E poi ti multo. E' la linea adottata a Mesagne contro coloro che si rendono responsabili di abbandono di rottami e rifiuti speciali ovunque, e nel coso in questione all'esterno dell'isola ecologica e dell'ex mattatoio, dove l'area è videosorvegliata. Da qui identificazioni e sanzioni da parte dei vigili urbani.

"Attenzione alta sui diversi fronti ambientali. E ancora una volta la polizia municipale, guidata dal comandante Bartolomeo Fantasia - dice un co0municato - è impegnata nella vigilanza contro lo scarico abusivo di rifiuti. Diversi gli interventi effettuati negli ultimi tempi volti a limitare il più possibile atti di inciviltà. Punto di partenza l'ordinanza che il sindaco Franco Scoditti emanò lo scorso 25 giugno".

Oltre al controllo di tutto il territorio comunale, "anche nelle zone periferiche, il comando si è concentrato negli ultimi tempi sulle verifiche nella Piattaforma Ecologica di via Murri e nella zona dell'ex Mattatoio. Accade infatti - spiega il comando della polizia urbana - che nei giorni di chiusura della piattaforma, all'esterno dell'area, molti abbandonino rifiuti dinnanzi ai cancelli di ingresso. Grazie agli strumenti in dotazione all'ente (telecamere di videosorveglianza) è stato possibile rilevare la targa dei mezzi i cui conducenti hanno abbandonato impropriamente la spazzatura".

Il Comune di Mesagne fa sapere che "si è giunti così a contestare nelle ultime settimane ben 36 violazioni con conseguenti multe. Nell'area dell'ex Mattatoio sono state elevate 11 multe per gli stessi motivi. I controlli continuano costantemente in ogni zona della città per porre definitivamente un freno all'abbandono selvaggio".

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
BrindisiReport è in caricamento