Intervento/ Quelle panchine cannibalizzate

BRINDISI - Nella giornata di ieri, alcuni operatori della Multiservizi hanno divelto sette panchine dal piccolo giardino situato in via Cellie, per collocarle, a quanto si dice, nel parco Di Giulio. Evidentemente sprovvisto di panchine, nonostante i diversi milioni di euro impegnati per la sua realizzazione.

I giardini di via Cellie e le panchine che non ci sono più

BRINDISI - Nella giornata di lunedì, alcuni operatori della Multiservizi hanno divelto sette panchine dal piccolo giardino situato in via Cellie al rione S.Angelo, per collocarle, a quanto si dice, nel parco Di Giulio. Evidentemente sprovvisto di panchine, nonostante i diversi milioni di euro impegnati per la sua realizzazione. Sarebbe interessante conoscere la convenienza economica di questa operazione, ovvero il costo della rimozione, ripristino dei luoghi di rimozione, trasporto e ricollocazione, rispetto all'acquisto e montaggio di panchine nuove.

Naturalmente non è stata ancora effettuata l'operazione di ripristino dei basamenti su cui poggiavano le panchine divelte. Sempre che ci sia intenzione di effettuarla, anche perché il prelievo effettuato, unitamente alla annosa condizione di abbandono e di mancanza di cura, fa ragionevolmente supporre l'intendimento dell'amministrazione comunale di cannibalizzarlo, di rimuovere altre panchine o altri elementi, per soddisfare le eventuali esigenze di giardini ritenuti più importanti.

Del resto come interpretare diversamente, il completo disinteresse per un giardino, che da due anni è completamente al buio, privo della illuminazione serale e notturna, che procura apprensione e senso di insicurezza negli abitanti della zona a causa delle frequentazioni notturne. Un giardino prigioniero delle tante erbacce, cresciute anche sui marciapiedi circostanti, che è diventato ormai una discarica di materiale vario e di escrementi di animali, che nessuno provvede a pulire e disinfettare, per evitare infezioni a coloro che si avventurano a frequentarlo nelle ore di diurne.

Nonostante le tante richieste di intervento rivolte all'amministrazione comunale da parte di numerosi cittadini, niente è stato fatto. Una situazione che contrasta con l'impegno e i buoni propositi manifestati alcune settimane fa, che annunciavano un tour itinerante nei giardini situati in territorio comunale, per verificare lo stato dei luoghi e disporre per gli eventuali interventi. In zona confidano che l'amministrazione comunale possa mantenere nei confronti dei ragazzi e delle persone che frequentano il giardino, almeno la stessa considerazione, passione ed attenzione, riservata in quest'ultimo periodo per gli animali .

 

 

 

 

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
BrindisiReport è in caricamento