rotate-mobile
Giovedì, 8 Dicembre 2022
Ambiente

La Chiesa predica lo sviluppo sostenibile. Messaggio per la manifestazione del 19

BRINDISI - Alla vigilia della manifestazione di domani organizzata dal fronte ambientalista brindisino, che ha raccolto le adesioni l'impegno alla partecipazione di partiti, associazioni e movimenti sia di area di centrosinistra che di centrodestra, circostanza che assume un importante significato politico e sociale, giunge anche un messaggio dalla Chiesa diocesana di Brindisi-Ostuni, che richiama l'impegno dei cattolici - sancito da alcune encicliche papali - per la difesa dell'ambiente come garanzia per le future generazioni. Il messaggio indica l'esigenza di decisioni equilibrate che garabntiscano il bene comune, ma il significato, noi crediamo, è inequivocabile: l'uomo ha diritto all'autodeterminazione. BrindisiReport lo pubblica integralmente.

BRINDISI - Alla vigilia della manifestazione di domani organizzata dal fronte ambientalista brindisino, che ha raccolto le adesioni e  l'impegno alla partecipazione di partiti, associazioni e movimenti sia di area di centrosinistra che di centrodestra, circostanza che assume un importante significato politico e sociale, giunge anche un messaggio dalla Chiesa diocesana di Brindisi-Ostuni, che richiama l'impegno dei cattolici - sancito da alcune encicliche papali - per la difesa dell'ambiente come garanzia per le future generazioni. Il messaggio indica l'esigenza di decisioni equilibrate che garantiscano il bene comune, ma il significato, noi crediamo, è inequivocabile: l'uomo ha diritto a partecipare alle decisioni che riguardano la qualità della sua vita. BrindisiReport lo pubblica integralmente:

"La Chiesa diocesana di Brindisi-Ostuni, in occasione della manifestazione di domani, sabato 19 giugno che ha come tema ?Brindisi vuole costruire il proprio futuro?, intende esprimere il suo apprezzamento per quanti, istituzioni, amministrazioni pubbliche, imprese, associazioni e singoli cittadini, sono impegnati per la costruzione di un futuro migliore del proprio territorio.

Ogni processo economico, sociale o politico deve mirare al rispetto per la dignità dell?uomo ?creato a immagine e somiglianza di Dio?, alla salvaguardia del creato, alla difesa del lavoro e della salute, considerati diritti ?inviolabili?.

La Chiesa diocesana sostiene la partecipazione democratica dei cittadini ai processi decisionali che riguardano il futuro; auspica l?impegno a trasmettere alle giovani generazioni i principi del rispetto, della solidarietà e della fratellanza; conferma la fiducia e la vicinanza sia alle istituzioni, che alle imprese presenti sul territorio e rinnova l?invito a decisioni giuste, equilibrate e sagge che, attraverso il dialogo e il confronto, abbiano come fine ultimo il perseguimento del bene comune, nella garanzia del lavoro e della sicurezza.

Appaiono quanto mai profetiche le parole scritte, oltre quarant?anni fa, da papa Paolo VI nell?enciclica Popolorum Progressio: ?Eredi delle generazioni passate e beneficiari del lavoro dei nostri contemporanei, noi abbiamo degli obblighi verso tutti, e non possiamo disinteressarci di coloro che verranno dopo di noi a ingrandire la cerchia della famiglia umana. La solidarietà universale [?] è un dovere?.

La Chiesa, «esperta in umanità», fedele alla sua Dottrina Sociale, sostiene lo sviluppo sostenibile e intende richiamare tutti a stili di vita improntati alla sobrietà. Se è legittimo protestare per i danni causati all?ambiente da uno sfruttamento non equilibrato delle risorse energetiche, è altresì auspicabile che ciascuno prenda consapevolezza che ogni suo piccolo gesto può contribuire al peggioramento o al miglioramento dell?ambiente naturale e della vita dell?uomo.

Le parole scritte dal Santo Padre Benedetto XVI, nel Messaggio per la Giornata Mondiale della Pace di quest?anno, rappresentano per ciascuno un monito e un impegno immediato. Scrive il Pontefice: ?Auspico, pertanto, l?adozione di un modello di sviluppo fondato sulla centralità dell?essere umano, sulla promozione e condivisione del bene comune, sulla responsabilità, sulla consapevolezza del necessario cambiamento degli stili di vita e sulla prudenza, virtù che indica gli atti da compiere oggi, in previsione di ciò che può accadere domani?.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Chiesa predica lo sviluppo sostenibile. Messaggio per la manifestazione del 19

BrindisiReport è in caricamento