rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Ambiente Fasano

Multe fino a 150 euro per chi non fa la differenziata

FASANO – Un’immagine pulita della città e un risparmio sulle tasse sono solo due delle motivazioni che il sindaco Lello Di Bari e l’assessore all’ecologia Alfredo Manfredi di Fasano hanno fornito ai loro concittadini per spingerli a migliorare nella differenziazione dei rifiuti. In una lettera e con una campagna di comunicazione, dal tema Fasano Si Differenzia, hanno esposto i vantaggi che porterebbe alla città aumentare le percentuali della raccolta e, ovviamente in caso di fallimento, i costi delle sanzioni che saranno applicati.

FASANO - Un'immagine pulita della città e un risparmio sulle tasse sono solo due delle motivazioni che il sindaco Lello Di Bari e l'assessore all'ecologia Alfredo Manfredi di Fasano hanno fornito ai loro concittadini per spingerli a migliorare nella differenziazione dei rifiuti. In una lettera e con una campagna di comunicazione, dal tema Fasano Si Differenzia, hanno esposto i vantaggi che porterebbe alla città aumentare le percentuali della raccolta e, ovviamente in caso di fallimento, i costi delle sanzioni che saranno applicati. Multe da 25 a 150 euro saranno applicate a chi non rispetterà le modalità della raccolta; una riduzione della Tarsu (la tassa per la raccolta dei rifiuti solidi urbani) potrebbe invece essere una positiva conseguenza della riuscita della campagna di sensibilizzazione. "In questo clima di emergenza - scrivono i due amministratori nella lettera che sarà presto consegnata in ogni abitazione fasanese - la raccolta differenziata è diventata ormai una necessità improrogabile. Bisogna ridurre la quantità di rifiuti da portare nelle discariche ormai sature, sia per contenere dolorosi innalzamenti della tassa sui rifiuti sia per salvaguardare il nostro amato territorio. Per ottimizzare il servizio è indispensabile effettuare una corretta differenziazione dei rifiuti in casa. La presenza di materiali estranei rischia di impedire l'effettivo recupero delle frazioni riciclabili, comportando un aumento dei costi e danni all'ambiente". Nel mese di novembre, hanno anche comunicato, la quantità di rifiuti raccolti in modo differenziato a Fasano è significativamente aumentata ma gli obblighi stabiliti per legge sono ancora lontani. Secondo il primo cittadino quindi, "per raggiungere questi obiettivi è indispensabile la convinta partecipazione di tutti". Oltre alla lettera, il Comune ha anche pensato ad una serie di attività e incontri informativi pubblici. "Poi però, non ci saranno più scuse - prosegue la lettera - ed il personale competente sarà costretto a sanzionare comportamenti scorretti. I nostri rifiuti possono inquinare la terra, l'acqua e l'aria; oppure diventare nuove materie prime seconde. Sta a noi decidere se sprecare o rispettare l'ambiente perché ciascuno di noi è responsabile di ciò che produce e dunque del proprio futuro e di quello dei propri figli".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Multe fino a 150 euro per chi non fa la differenziata

BrindisiReport è in caricamento