rotate-mobile
Martedì, 25 Gennaio 2022
Ambiente Oria

Oria, il frantoio scaricava illegalmente

ORIA - Smaltiva acque di vegetazione nei terreni senza avere alcuna autorizzazione. E finisce nei guai un noto frantoio di Oria. Dopo numerose segnalazioni il Corpo Forestale di Brindisi ha scoperto l'utilizzo illecito di acque di vegetazione derivanti dalla lavorazione meccanica delle olive che venivano smaltite su terreni adiacenti allo stabilimento. Il titolare è stato denunciato.

ORIA - Smaltiva acque di vegetazione nei terreni senza avere alcuna autorizzazione. E finisce nei guai un noto frantoio di Oria. Dopo numerose segnalazioni il Corpo Forestale di Brindisi ha scoperto l'utilizzo illecito di acque di vegetazione derivanti dalla lavorazione meccanica delle olive che venivano smaltite su terreni adiacenti allo stabilimento. Il titolare è stato denunciato.

L'attività di indagine del Corpo forestale dello Stato, finalizzata alla repressione dei reati ambientali, si è svolta il 20 gennaio scorso, quando gli agenti hanno effettuato controlli nell'ambito dell'utilizzazione delle acque di vegetazione nel comune di Oria. Gli Agenti sono intervenuti in seguito a numerose segnalazioni che denunciavano lo smaltimento di acque di vegetazione, derivanti dalle attività di lavorazione meccanica delle olive, su alcuni terreni agricoli ubicati nelle immediate vicinanze di un noto frantoio.

Gli scarichi, che hanno interessato una superficie di circa due ettari di terreno provocandone l'allagamento, avvenivano in assenza della prescritta autorizzazione; per questo il titolare del frantoio è stato deferito all'Autorità giudiziaria. Proseguono i controlli presso altri frantoi della provincia di Brindisi al fine di evitare il protrarsi di questa diffusa pratica che procura ingenti danni alle falde acquifere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Oria, il frantoio scaricava illegalmente

BrindisiReport è in caricamento