rotate-mobile
Lunedì, 17 Gennaio 2022
Ambiente Ostuni

Ostuni, guerra a bivacchi e rifiuti

OSTUNI - Doppia ordinanza per salvaguardare il decoro di Ostuni sia durante le imminenti feste patronali, che in generale lungo tutto l'arco dell'anno e soprattutto nei mesi turistici, vigilando sul diffuso e mai troppo sanzionato fenomeno dell'abbandono dei rifiuti in strada.

OSTUNI - Doppia ordinanza per salvaguardare il decoro di Ostuni sia durante le imminenti feste patronali, che in generale lungo tutto l'arco dell'anno e soprattutto nei mesi turistici, vigilando sul diffuso e mai troppo sanzionato fenomeno dell'abbandono dei rifiuti in strada.

Cominciamo dalle feste. Il sindaco Domenico Tanzarella ha vietato, nelle quattro giornate di festeggiamenti patronali, dal 24 al 27 agosto, l'utilizzo delle aree di svolgimento della fiera di Sant'Oronzo lungo viale Oronzo Quaranta come luogo di dimora e di bivacco da parte degli ambulanti che parteciperanno al mercato. In passato la zona del mercatino è stata utilizzata impropriamente dai commercianti per trascorrervi anche la notte con tutti i consequenziali problemi igienico-sanitari.

Per le quattro giornate di celebrazioni, tutti gli ambulanti che prima si sistemavano lungo corso Mazzini, dal 2009 sono stati spostati su viale Oronzo Quaranta (il vialone che costeggia le mura del centro storico) in modo da permettere alla gente di passeggiare tranquillamente e agli esercizi commerciali, di non vedere i marciapiedi pieni di bancarelle. "Per evitare quello che è successo in passato le forze dell'ordine sono stati incaricate di vigilare sul rispetto del provvedimento".

Caccia a rifiuto selvaggio. Agenti della polizia municipale in borghese, fanno sapere dal Comune di Ostuni, stanno effettuando numerosi controlli su tutto il territorio "per porre fine al triste fenomeno dell'abbandono dei rifiuti a bordo strada in dispregio del decoro e dell'ambiente". I controlli sono stati disposti dal comandante Francesco Lutrino in collaborazione con l'assessore alla Polizia urbana Augusto Iaia ed il collega all'Ambiente, Giuseppe Santoro.

"In alcuni rioni, in particolare, si stanno utilizzando tutti i mezzi a disposizione - avverte il Comune - per filmare chi lascia rifiuti di ogni genere lungo le strade urbane, sui marciapiedi, vicino ai cassonetti; lungo le aree della costa e nelle piazzole delle zone di campagna. In attività anche auto civetta dell'azienda Navita e dell'assessorato all'Ambiente per filmare o fissare con scatti di macchina fotografica, chi in spregio alle più elementari norme del buon vivere civile, effettua depositi abusivi di rifiuti su area pubbliche non autorizzate.

L'invito è stato rivolto dagli amministratori comunali a tutti i cittadini affinchè evitino di compiere atti che, in spregio alla natura e al decoro oltre che all'igiene urbana, "portino nocumento a tutta la Città Bianca e alla sua immagine turistica. Nei prossimi giorni i controlli continueranno su tutto il territorio comunale per arginare il fenomeno delle discariche a cielo aperto e finalizzati soprattutto a reprimere il fenomeno dell'abbandono dei rifiuti".

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ostuni, guerra a bivacchi e rifiuti

BrindisiReport è in caricamento