rotate-mobile
Ambiente

Patty Pravo: "Sarò al concerto Enel, la musica non ha colori nè bandiere"

BRINDISI - “Offro la mia arte a chi la vuole, canterò per chi verrà al concerto”. Lei è una leggenda della musica italiana, ha scritto pagine importanti della canzone nostrana sin dai tempi del mitico “Piper” e proprio non ci sta ad essere tirata in ballo nella polemica portata avanti dagli ambientalisti, che criticano il concerto organizzato dall’Enel il 7 agosto a Cerano. E sul palco ci saranno proprio lei, Patty Pravo, assieme a Irene Grandi.

BRINDISI - "Offro la mia arte a chi la vuole, canterò per chi verrà al concerto". Lei è una leggenda della musica italiana, ha scritto pagine importanti della canzone nostrana sin dai tempi del mitico "Piper" e proprio non ci sta ad essere tirata in ballo nella polemica portata avanti dagli ambientalisti, che criticano il concerto organizzato dall'Enel il 7 agosto a Cerano. E sul palco ci saranno proprio lei, Patty Pravo, assieme a Irene Grandi.Ma la "signora della canzone italiana" risponde così agli ambientalisti che la invitano ad annullare il concerto, come fatto qualche giorno fa da Simone Cristicchi: "Sarò presente per fare musica, cioè il mio lavoro; la musica trascende il tempo e il contingente, non ha nè colori né ideologie, ed è per tutti".

La Pravo, insomma, non vuole essere strumentalizzata dal fuoco delle polemiche di questi giorni: "Offro la mia arte a chi la vuole, senza prendere tessere di partito e senza "schierarmi" a favore o contro, in questo caso canterò per chi verrà al Concerto, e non la pensa come voi". Nei giorni scorsi, era stato anche il gruppo salentino dei Sud Sound System a schierarsi apertamente contro il concerto, invitando i colleghi a disertarlo, come ha poi fatto lo stesso Cristicchi (a seguito del suo forfait, gli organizzatori hanno così deciso di assicurarsi l'esibizione di Patty Pravo).

"Aggiungo che noi cantanti - scrive in una nota la cantante - non riusciamo neppure ad imporre una giusta quota Iva sui cd, equiparata a quella dei libri, o una giusta normativa a Internet e alla pirateria, come possiamo alzare la voce per sostenere il vostro pensiero, e per far chiudere una centrale Enel?". "Affermate - continua - che il destino che vi è stato regalato è l'imposizione della Centrale e il silenzio, credo che non facendo il mio Concerto non cambierebbe niente, e che per voi che volete la chiusura, il mio concerto possa invece essere un'occasione per passare dal silenzio al ridare attenzione a quello che considerate un problema, il contrario di un modo per zittire una città".

L'anno scorso a subire le proteste per la sua esibizione sul palco di Cerano fu Renzo Arbore (assieme ad Arisa), con la musica dello show-man "accompagnata" dai fischietti degli ambientalisti all'esterno. Ma anche Arbore fece notare in quel caso come la musica possa al limite aggregare, e mai dividere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Patty Pravo: "Sarò al concerto Enel, la musica non ha colori nè bandiere"

BrindisiReport è in caricamento