Peritas chiusa, discusso il ricorso

BRINDISI - “Non c’è reiterazione del reato se quell’impianto non inquina più”, la pensa così la difesa dell’imprenditore Ferrero Cafaro, il patron della azienda Peritas di Brindisi che ha subito di recente la revoca della facoltà d’uso, disposta dal pm Antonio Costantini, per via del mancato rispetto del cronoprogramma per l’ambientalizzazione dell’azienda.

L'impianto della Peritas

BRINDISI - "Non c'è reiterazione del reato se quell'impianto non inquina più", la pensa così la difesa dell'imprenditore Ferrero Cafaro, il patron della azienda Peritas di Brindisi che ha subito di recente la revoca della facoltà d'uso, disposta dal pm Antonio Costantini, per via del mancato rispetto del cronoprogramma per l'ambientalizzazione dell'azienda.

"Non ha rispettato le prescrizioni, non ha neppure iniziato le opere, è una presa in giro dell'autorità giudiziaria", ha ribattuto il magistrato, che si è detto "disposto a fornire parere positivo al dissequestro" nel caso in cui l'atteggiamento dell'impresa dovesse mutare radicalmente.

Stamani la discussione dell'appello presentato al Riesame dalla difesa di Peritas, sostenuta dall'avvocato Rosario Almiento. Il collegio presieduto da Francesco Aliffi si è riservato di decidere sulla facoltà d'uso e sulla richiesta di revoca del sequestro che era stata rigettata dal gip.

L'azienda ha ordinato (e ha presentato opportune fatture) la strumentazione prevista nel progetto che dovrà essere eseguito per abbattere le emissioni di ammoniaca nell'atmosfera. Dovrà ancora ritirare le autorizzazioni in Comune e presentare un progetto esecutivo, ad ogni modo non vi sarebbe alcun rischio di inquinamento, attualmente.

Sono invece in bilico i 18 posti di lavoro: i dipendenti della Peritas sono in cassa integrazione e ciò è dovuto oltre al resto proprio all'impossibilità di utilizzare l'impianto. Ci vorrà probabilmente qualche giorno prima di conoscere la decisione dei giudici.

Nel frattempo tutto fermo nella zona industriale di Brindisi, lì dove si produce una miscela di acqua e ammoniaca che viene utilizzata nelle centrali Enel e in altri grandi impianti industriali. La produzione è bloccata, fino a nuovo ordine.

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
BrindisiReport è in caricamento