Ambiente

Play Energy, ecco scuole e progetti vincenti

BRINDISI - Selezionate questa mattina, presso la centrale Enel “Federico II” di Cerano, da una apposita commissione a prevalente presenza di giornalisti, le scuole pugliesi vincitrici del concorso “Play Energy” giunto alla settima edizione. Le cifre della partecipazione alla fase selettiva pugliese: 2.400 studenti, 80 docenti, 50 scuole, 150 progetti. La giuria è stata accolta da Antonio Ascione, responsabile della produzione Enel di Brindisi.

Alcuni dei lavori delle scuole

BRINDISI - Selezionate questa mattina, presso la centrale Enel "Federico II" di Cerano, da una apposita commissione a prevalente presenza di giornalisti, le scuole pugliesi vincitrici del concorso "Play Energy" giunto alla settima edizione. Le cifre della partecipazione alla fase selettiva pugliese: 2.400 studenti, 80 docenti, 50 scuole, 150 progetti. La giuria è stata accolta da Antonio Ascione, responsabile della produzione Enel di Brindisi.

"Sulle tracce dell'energia" il tema del concorso 2010, che "coinvolge il mondo della scuola alla scoperta dell'energia, delle fonti energetiche, delle centrali, della distribuzione e dei comportamenti responsabili d'utilizzo. Quest'anno - si legge in una nota dell'Enel - la prova progetto si è rinnovata ed è stato chiesto ai giovani cercatori d'energia di aprire gli occhi sul mondo. Gli studenti si sono mossi quindi alla scoperta delle fonti utilizzate, delle applicazioni innovative e dei comportamenti quotidiani diffusi nei Paesi che loro stessi hanno scelto".

Le tre scuole vincitrici sono:

Per la categoria Fantastica (scuola primaria): la classe II D della scuola "IX Circolo Andrea Mantegna" di Brindisi, coadiuvata dalla professoressa Michela Drago. Descrizione progetto: realizzazione di un filmato sul tema "Se il mondo fosse una favola". Il mondo e la produzione di energia vista con gli occhi dei bambini. I ragazzi hanno utilizzato anche il linguaggio dei segni per argomentare il filmato.

Per la categoria Creativa (scuola secondaria di primo grado): la classe III F della scuola "Vitaliano Bilotta - Marone" di Francavilla Fontana (BR), coadiuvata dalla professoressa Rachela Anna Fanelli. Descrizione progetto: realizzazione di un calendario "Energia per il nostro futuro". Ricerca sull'uso dell'energia solare in tutto il mondo.

Per la categoria Illuminata (scuola secondaria di secondo grado): la classe I B del Liceo Artistico "Edgardo Simone" di Brindisi, coadiuvata dalla professoressa Elisabetta Dassisti. Descrizione progetto: "Le piante dell'energia". Opuscolo e disegni sulle diverse specie di piante presenti nel mondo (con minuziosa descrizione delle caratteristiche biologiche) da utilizzare come biomassa per la produzione energetica.

Hanno ricevuto una menzione speciale:

Per la categoria Fantastica (scuola primaria): le classi V A-B-C della scuola "Giovanni XXIII/Giovanni Falcone" di Mesagne (BR), coadiuvate dalle professoresse Maria Vincenza Gennaro e Carmela Longo. Descrizione progetto: filmato "C'era una volta la terra", l'ecosostenibilità nel mondo per non rinunciare allo sviluppo.

Per la categoria Fantastica (scuola primaria): le classi I B e C della scuola Circolo I "Alessandro Manzoni" di Molfetta (BA), coadiuvate dalla professoressa Carmela Salierno. Descrizione progetto: plastico e cartellone che illustrano un villaggio globale che utilizza esclusivamente fonti rinnovabili.

Per la categoria Creativa (scuola secondaria di primo grado): la classe II E della scuola "Caduti di Marzabotto - Giulio Cesare"" di Brindisi, coadiuvata dalla professoressa Maria Teresa Finizzi. Descrizione progetto: giornale dal titolo "Energicamente". Una raccolta di esperienze degli studenti sulle fonti energetiche.

Per la categoria Illuminata (scuola secondaria di secondo grado): la classe IV B del Liceo classico "Galileo Galilei" di Nardò (LE), coadiuvata dal professor Marcello Spedicato. Descrizione progetto: "Sanso, l'isola che c'e'" - utilizzo delle fonti rinnovabili nell'isola di Sanso in Danimarca.

L'Enel infine spiega che "per l'impegno e la creatività, la scuola che si classifica prima nella propria categoria si aggiudica uno 'Star Theatre' planetario ad alta definizione che consente di studiare il firmamento proiettando sul soffitto un'immagine del cielo stellato del nostro emisfero. Alle classi che hanno ricevuto una menzione speciale sarà consegnata un targa premio".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Play Energy, ecco scuole e progetti vincenti

BrindisiReport è in caricamento