rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Ambiente Torchiarolo

PM10 a Torchiarolo, protocollo con la Regione per le contromisure

BARI - L'assessorato regionale all'Ambiente fa sapere che domani, alle 11, presso la sala conferenze della presidenza, l’assessore Lorenzo Nicastro firmerà il Protocollo d’Intesa tra la Regione Puglia, l’Arpa Puglia, la Provincia di Brindisi e il Comune di Torchiarolo per la realizzazione delle azioni di risanamento della qualità dell’aria nel sito di monitoraggio della stazione fissa di Torchiarolo.

BARI - L'assessorato regionale all'Ambiente fa sapere che domani, alle 11, presso la sala conferenze della presidenza, l'assessore Lorenzo Nicastro firmerà il Protocollo d'Intesa tra la Regione Puglia, l'Arpa Puglia, la Provincia di Brindisi e il Comune di Torchiarolo per la realizzazione delle azioni di risanamento della qualità dell'aria nel sito di monitoraggio della stazione fissa di Torchiarolo.

Interverranno alla sottoscrizione del protocollo il direttore generale di Arpa Puglia, Giorgio Assennato, il sindaco del Comune di Torchiarolo, Giovanni Del Coco e, per la Provincia di Brindisi l'assessore alle Attività Produttive, Cosimo PomaricoDall'1 gennaio a ieri, a Torchiarolo il limite dilegge dei 50 milligrammi di PM10 ogni metro cubo è stato superato già 20 volte (il tetto massimo dei superamenti in un anno è fissato per legge in 35.

Secondo Arpa Puglia l'evidenza obiettiva - dopo tre campagne di rilevamento ed analisi - dice che la fonte principale delle concentrazioni di polveri sottili sono i caminetti. Il sindaco ha effettuato un test, vientando l'accensione dei camini ove non indispensabile, dal 17 al 31 gennaio, ma con esiti non risulutivi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

PM10 a Torchiarolo, protocollo con la Regione per le contromisure

BrindisiReport è in caricamento