Polveri, la Provincia parte civile

BRINDISI - “Come già anticipato la settimana scorsa ai segretari provinciali dei miei partiti – ha dichiarato questa mattina il presidente della Provincia Massimo Ferrarese - porterò all'attenzione della prossima giunta provinciale il provvedimento attraverso il quale la Provincia di Brindisi si costituirà parte civile nel procedimento penale a carico di alcuni dirigenti dell'Enel, nell'ambito del quale la Provincia ha ricevuto la notifica del decreto che fissa l'inizio del processo".

Una nuvola di polvere si leva dal carbonile di Cerano

BRINDISI - “Come già anticipato la settimana scorsa ai segretari provinciali dei miei partiti – ha dichiarato questa mattina il presidente della Provincia Massimo Ferrarese - porterò all'attenzione della prossima giunta provinciale il provvedimento attraverso il quale la Provincia di Brindisi si costituirà parte civile nel procedimento penale a carico di alcuni dirigenti dell'Enel, nell'ambito del quale la Provincia ha ricevuto la notifica del decreto che fissa l'inizio del processo".

"Questo – ha concluso Ferrarese - permetterà all'Ente di partecipare alla fase di accertamento dei fatti e di eventuali responsabilità al fine di tutelare pienamente le proprie finalità istituzionali”. Individuata come parte lesa dal pm, dunque, la Provincia dunque rompe gli indugi. Gli ambientalisti si attendo ora che lo stesso passo venga compito dal Comune.

Non pervenuta al momento la posizione dei partiti di maggioranza in merito, mentre nell'ultima seduta del consiglio comunale, quella del 9, in cui è stato esposto dai No al Carbone uno striscione con il sollecito a alla costituzione di parte civile, il sindaco Mimmo Consales ha dichiarato che a suo giudizio la strada migliore è quella di mantenere un confronto serrato con l'azienda, per ottenere il massimo in ambientalizzazioni e sviluppo.

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
BrindisiReport è in caricamento